I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Attualità

 

 

Oggi 21 novembre 2017 si è celebrata la Giornata Nazionale degli Alberi. Istituita come ricorrenza nel 2013, questa festa, affonda le sue radici già nel XIX secolo. L’obiettivo della giornata è di valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e di ricordare il ruolo fondamentale di boschi e foreste, indispensabili per contrastare l’inquinamento ambientale e migliorare la qualità della nostra vita. Nello stesso tempo si vuole lanciare anche un messaggio forte di  contrasto agli incendi boschivi, fenomeno che purtroppo ogni estate si ripresenta portando alla perdita di centinaia di ettari di boschi e foreste, e che quest'Estate ha colpito in maniera particolare anche la città di Patti. La giornata in tutt’Italia ha visto realizzate anche numerose iniziative concrete volte alla riqualificazione del verde urbano e alla valorizzazione degli spazi pubblici, come la messa a dimora di nuovi alberi. Anche l'istituto comprensivo Lombardo Radice Patti 3 diretto dalla dirigente Pina Pizzo ha voluto dare il proprio contributo in questa giornata mettendo a dimora nuovi alberi. In questa iniziativa sono  state coinvolte tutte le sezioni della  scuola dell'infanzia del plesso XXV Aprile ,la scuola dell'infanzia di San Giovanni,di  Montagnareale  le 1 e le 2 della scuola primaria plesso XXV Aprile,del plesso di Scala e di Montagnareale. Ha aderito all’iniziativa anche l’Associazione PFM  di Patti, presieduta da Filippo Rizzo,  che da anni porta avanti nel territorio politiche legate alla salvaguardia dell’ambiente e alla valorizzazione del territorio. In questa occasione ha fornito la propria collaborazione con alcuni volontari e fornendo palette e rastrelli ai bambini.
I bambini con il supporto degli insegnanti, dei custodi della villa comunale e dei volontari ell’Associazione PFM hanno piantato all’interno della villa comunale Umberto I  diversi nuovi alberi,  donati dal dipartimento regionale dello sviluppo rurale e territoriale servizio 12- servizio per il territorio di Messina, nella persona del Dott. D'Amico Salvo. L’iniziativa è stato possibile svolgerla all’interno della villa comunale di Patti grazie anche alla disponibilità del Comune di Patti, in particolare degli assessori Valentina Campana e Alessia Bonanno che hanno accolto con piacere la proposta della scuola e collaborato affinché la stessa si potesse realizzare.

 

 

Comments

 

 

 

Era  questo l’importo, richiesto dai genitori, nella qualità  di esercenti la potestà  sulla figlia, minore all’epoca dei fatti, portando  in giudizio il Comune di Patti per chiedere il risarcimento dei danni, biologici e morali, conseguenti al sinistro occorso alla loro figlia, quantificati in circa 870.000,00 euro. I genitori, sostenevano che la ragazza, mentre si trovava in via Pellicani, nel centro storico di Patti, per lo spavento derivante dall’abbaiare di un cane, era inciampata in una ringhiera di delimitazione, precipitando  per una paio di metri in una sottostante piazzola, riportando lesioni gravissime. In virtù di ciò, chiedevano il ristoro sulla scorta della presunta responsabilità del Comune  per la inadeguatezza delle protezioni esistenti e denunziando lo stato di incuria del quartiere. Il Comune di Patti si era costituito in giudizio con l’Avv. Andrea Pirri, il quale aveva ribadito l’assenza di responsabilità dell’Ente ed evidenziato le numerose anomalie della vicenda e l’insufficienza del quadro istruttorio.

Il Giudice Istruttore del Tribunale di Patti, Dott.ssa Serena Andaloro, ha accolto in pieno le tesi difensive del legale dell’Ente rigettando interamente tutte le domande svolte contro il Comune di Patti, condannandoli  anche al pagamento delle spese di giudizio.

 

 

Comments

 

 

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, l’Associazione Antiviolenza Aldebaran Onlus ha organizzato un incontro dal titolo “Chi vi ama non vi picchia. Il processo penale minorile”, che si svolgerà presso la sala comunale di piazza Mario Sciacca, a Patti, giorno 25 novembre prossimo, con inizio alle ore 9:30.

Nel corso dell’incontro, al quale parteciperanno anche alcune classi dell’Istituto Statale d’Istruzione Superiore Borghese – Faranda, verrà affrontata la delicata tematica delle “relazioni malate”, ossia quei rapporti che si definiscono d’amore ma che, invece, d’amore non sono perché sono di vera e propria violenza e prevaricazione.

“Le statistiche ci dicono che alcune relazioni amorose, non solo tra i giovani ma anche tra le persone adulte, ci sono dei campanelli di allarme che sono indicativi di situazioni di vero e proprio pericolo: purtroppo questi segnali  vengono sottovalutati troppo spesso.

“non è amore se vi picchia, non è amore se vi controlla, non è amore se non vi lascia libere”: questo è il messaggio che vorremmo lanciare oggi, ai giovani ma anche ai meno giovani, affinchè si comprenda che nei rapporti tra due persone non si devono tollerare situazioni di violenze e prevaricazioni ” – queste le parole dell’avv. Antonella Marchese, Presidente dell’Associazione Antiviolenza Aldebaran Onlus, che relazionerà nel corso dell’evento.

L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati e con la Scuola Territoriale della Camera Penale di Patti, e sarà valevole ai fini della partecipazione al corso biennale di tecnica e deontologia dell’avvocato penalista in quanto verrà trattato anche il tema del processo penale minorile, con l’avv. Alvaro Riolo, Componente della Camera Penale di Patti.

La partecipazione comporterà attribuzione di quattro crediti formativi per gli avvocati.

Dopo i saluti della Prof.ssa Francesca Buta, Dirigente dell’I.I.S. Borghese – Faranda,  dell’avv. Mauro Aquino, sindaco del Comune di Patti che ha patrocinato l’evento, e dell’avv. Carmelo Occhiuto, presidente della Camera Penale di Patti, l’avv. Maria Tindara Impellizzeri, Segretario dell’Associazione Antiviolenza Aldebaran Onlus introdurrà l’Associazione ed a seguire prenderà la parola la dott.ssa Letizia Chillemi, sociologa, e poi gli avvocati Antonella Marchese ed Alvaro Riolo.

 

L’incontro verrà moderato dall’avv. Anna Maria Coppolino, Consigliere dell’Associazione Antiviolenza Aldebaran Onlus.

Comments

 

L’avvocato messinese, già deputato all'Assemblea regionale Sicilia, come anticipato nei giorni scorsi, con un comunicato stampa,  ufficializza la sua uscita da Sicilia Futura e l'adesione al progetto politico di Cantiere Popolare di Saverio Romano. 'Aderisco con entusiasmo al progetto politico di Cantiere Popolare di Saverio Romano con il quale ho avviato un dialogo proficuo sulle iniziative da intraprendere nel territorio - spiega Greco - ben consapevole delle emergenze che affliggono la Sicilia e nella consapevolezza del rinnovato ruolo del Centro a cui appartengo per formazione ed esperienza politico-amministrativa.  Metto il mio impegno e le mie energie a disposizione di questo progetto che ha riscosso un notevole successo con la lista Popolari e Autonomisti-Idea Sicilia alle elezioni regionali e che vuole affermarsi e consolidarsi attraverso una azione di rafforzamento dei temi del popolarismo, del sostegno agli enti locali, del rilancio dell'economia e del lavoro attraverso la realizzazione di infrastrutture e il sostegno alle piccole e medie imprese, e dell'adozione di misure in favore delle fasce più deboli della popolazione.

 

 

Comments

 

 

Si svolgerà sabato 25 novembre prossimo, alle ore 12, presso l'aula consiliare del comune di Montagnareale la cerimonia di consegna delle medaglie alle ragazze, Mariapia Martino, Eugenia Rossello e Mariangela Sidoti, che hanno partecipato alle SOCCORSIADI 2017. I comuni di Librizzi, Montagnareale e San Piero Patti negli anni scorsi hanno aderito ad un progetto denominato "progetto Ustica" che li ha portati poi, grazie all'adesione delle 3 ragazze   residenti nei nostri comuni, a partecipare ad un importante evento formativo, meglio conosciuto con il nome di "Soccorsiadi". Nel 2016 le ragazze hanno conquistato il primo posto, quest'anno a Leni il secondo posto. Hanno dimostrato carattere, coraggio, grande capacità di lavorare in gruppo per fini di elevato rilievo sociale  nonchè grande professionalità e competenza.Il loro impegno è motivo di orgoglio per i nostri territori e deve
rappresentare un modello per gli altri giovani e per i cittadini tutti. Per tutto si è deciso di dare la meritata visibilità a questo importante risultato e per questo è stato convocato formalmente un incontro a Montagnareale per la consegna delle medaglie. Nell'occasione il comune di Librizzi farà il passaggio di consegna al comune di Montagnareale della coppa del 2016, come pattuito.
 
Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431