I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Attualità

Saverio Romano (Noi con l’Italia) ‘NOI CON L’ITALIA A MESSINA CON I RAPPRESENTANTI DEL TERRITORIO PER UN IMPEGNO VINCENTE ALLE ELEZIONI POLITICHE’

Noi con l’Italia si struttura nel territorio e consolida la propria posizione, riaffermando il ruolo del Centro liberale e popolare. ‘Nella provincia di Messina - commenta Saverio Romano, vicepresidente di Noi con l’Italia - riconfermiamo l’impegno dei nostri rappresentanti sotto il coordinamento di Roberto Corona, dopo il buon risultato delle elezioni regionali. Uniti si vince e confido nell’entusiasmo e nell’impegno della dirigenza messinese’. Con Roberto Corona, Antonietta Amoroso, Mario Briguglio, Santino Catalano, Patrizia Causarano, Carmelo Currenti, Silvana Foti, Marcello Greco e Marco Antonio Pettinato. Per Roberto Corona ‘con il lavoro fatto alle ultime regionali si sono create le premesse per un progetto politico di ampio respiro, inclusivo e aperto alle forze che si riconoscono nei nostri valori e nel nostro programma. Confido nella collaborazione di tutti per un buon risultato, frutto del gioco di squadra, per un modello che non potrà che essere riproposto a livello locale nelle elezioni amministrative’

Comments

 

Battuta la capolista Team Volley

 

Una Saracena Volley Lavalux Elits incredibile mette a segno una vittoria inaspettata e contro ogni pronostico della vigilia espugnando il Pala Juvara e battendo la capolista Team Volley Messina. La squadra nebroidea, con una prestazione tutto cuore ed agonismo, ha inflitto alle peloritane la prima sconfitta casalinga con uno strepitoso 2-3 (21-25; 25-23; 25-20; 13-25; 11-15) al termine di una gara combattuta e giocata su ritmi elevati. E lo spettacolo è stato garantito con due formazioni che non si sono risparmiate entrambe desiderose di conquistare la vittoria. Entrambe le compagini, nonostante i tanti errori commessi, hanno prodotto una bella pallavolo soprattutto per la grinta messa in campo e per la tensione agonista palpabile in tutti i cinque set.

La Saracena Volley è giunta a Messina senza la schiacciatrice Nicole Ferrarini, infortunata, e con diverse atlete in non perfette condizioni fisiche, tra cui la palleggiatrice Giuliana Cannestracci che, nonostante un problema alla mano ha stretto i denti dando il massimo in tutti i frangenti della gara. La formazione nebroidea ha dovuto, inoltre, inventare alcune soluzioni di gioco trovandosi costretta a mettere fuori ruolo la giovanissima centrale Noemi Agnello che ha disputato la gara da banda, mostrando una grande maturità agonistica e disputando una partita di altissimo livello.

Nonostante le difficoltà di formazione ed il pronostico sfavorevole, nessuna delle giocatrici della Saracena si è tirata indietro ed ognuna, nessuna esclusa, si è presa la propria fetta di responsabilità ingaggiando un’autentica gara di nervi con il Messina.

Il primo set ha visto protagoniste assolute le atlete della Saracena che sono scese in campo determinate e compatte. Il parziale giocato punto a punto sino al 14-14 ha visto poi andare avanti Foraci e compagne che sono riuscite a chiudere in proprio favore la frazione sul 21-25. Il secondo set sembrava dovesse essere una replica del primo con le due formazioni appaiate sino all’11 quando poi la Saracena ha preso il largo portandosi 11-19. Poi il black out che ha consentito alle padroni di casa di pareggiare il conto dei parziali.

Il terzo set ha visto il Messina dominare con la Saracena costretta ad inseguire riuscendo anche a recupera lo svantaggio sul 16-16, ma senza avere la forza poi di proseguire nella rimonta lasciando la frazione alle messinesi che hanno chiuso sul 25-20.

Tutta un’altra partita nella quarta frazione con una Saracena perfetta che non ha mai messo in dubbio il risultato del set e che, con una prestazione di gruppo, ha chiuso 13-25 costringendo la capolista al tiebreak. Sulla scia dell’entusiasmo e con una verve ritrovata le nebroidee hanno stretto i denti e, senza timore delle avversarie, hanno chiuso la gara conquistando due punti fondamentali che la consolidano al quarto posto in classifica e le fanno iniziare il cammino nel girone di ritorno nel migliore di modi.

La partita contro il Team Volley Messina ha evidenziato che nello sport non sempre i valori individuali e la superiorità tecnica sono sufficienti per ottenere i risultati sperati. La Saracena, nella sua recente storia, ha dimostrato che la forza del gruppo, il cuore, la passione, la determinazione, l’attaccamento alla maglia e lo spirito di sacrificio sono strumenti più efficaci per riuscire in imprese sportive inimmaginabili e che solo grazie ad un pizzico di follia pallavolistica possono essere compiute.

Ancora una volta, Agnello e compagne hanno così confermato che quei valori sportivi e di vita di cui la maglia della Saracena è intrisa e che contagiano tutti quelli che vi entrano in contatto, sono quell’ingrediente segreto che consente di rendere reali incredibili favole sportive.

 

Team Volley Messina – Saracena Volley 2-3 (21-25; 25-23; 25-20; 13-25; 11-15)

Team Volley Messina: De Domenico, D’Arrigo, Recupero, Al Munaiti, Saporito, Miranda, Serban, Siracusano, Ragonese, Manfrè (L1), Natoli (L2)

Saracena Volley: Mazzurco, Lisciandro, Foraci Va., Cannestracci, Merlo, Caruso, Lamonica, Gioitta, Agnello I., Ferrarini, Agnello N., Tumeo, Foraci Ve. (L1), Pirrone (L2).

 

Comments

Il sottoscritto consigliere comunale Di Santo Giovanni, con la presente mette a conoscenza degli organi di stampa della  situazione paradossale che si è venuta a creare presso il plesso scolastico della frazione Scala di Patti, ove gli alunni e gli insegnanti sono costretti da oltre due mesi a fare lezione senza riscaldamenti funzionanti.

Più volte gli addetti dell’ufficio tecnico, ripetutamente sollecitati dal sottoscritto e dalla direzione didattica, si sono recati presso l’istituto scolastico, relazionando anche al Sig. Sindaco, ma ad oggi nulla è cambiato.

Eppure il diritto alla salute e allo studio in ambienti salubri è sancito e  garantito dalla Costituzione italiana, ma evidentemente la scuola di Scala di Patti, nell’ottica dell’amministrazione comunale, è una zona franca.

Mi chiedo se Patti meriti un’amministrazione simile, che, continuando con questo atteggiamento inerte, non fa altro che evidenziare la già notissima mancanza di programmazione che in questi anni l’ha contraddistinta, navigando a vista e non riuscendo più a risolvere neanche i problemi più semplici, come il  corretto funzionamento di  condizionatori presso una scuola del territorio comunale.

Mi chiedo se tale incuria possa passare inosservata e nel silenzio. A discapito della salute dei nostri bambini.

Se il problema sopra esposto non verrà risolto in tempi brevi, sarò costretto ad occupare l’aula consiliare, chiedendo quello che spetta a tutti i bambini della città di Patti.

Comments

   

 Patti – "Si comunica che alle ore 9.30 di sabato 3 febbraio 2018 verrà ufficializzata la nascita dell’associazione “Solchi” presso l’auditorium del complesso conventuale di San Francesco, in via Cappellini. Il progetto, che è già stato inaugurato con l’evento di beneficenza utile a raccogliere fondi per la piantumazione di nuovi alberi d’ulivo nelle zone della Valle del Timeto colpite dagli imponenti roghi di fine giugno, intende avvicinare giovani e meno giovani ad un nuovo modo di fare agricoltura.

«“Solchi” – spiegano i componenti dell’associazione – nasce dall’esigenza di riscoprire, promuovere e valorizzare il giacimento agroalimentare delle “Terre di Tindari”, territorio che comprende diversi Comuni dei Nebrodi, tra cui Patti, San Piero Patti, Librizzi e Montagnareale». L’obiettivo consiste nel mettere a sistema il comparto agroalimentare creando una comunità di produttori e consumatori consapevoli, che abbiano in comune l’interesse per la salvaguardia del territorio nelle sue componenti ambientali, sociali, culturali ed economiche.

Particolare attenzione sarà rivolta ai fenomeni di spopolamento delle aree rurali e di dissesto idrogeologico, la cui mitigazione potrà avvenire soltanto favorendo la presenza degli agricoltori sul territorio e incentivando il recupero e la formazione di un’identità all’interno delle comunità interessate. Un ulteriore obiettivo, di non poca rilevanza, riguarda la diffusione di pratiche ecosostenibili e il rilancio del comparto turistico-ricettivo strettamente connesso al “turismo verde” e all’enogastronomia di qualità attraverso l’adozione dei principi della biodinamica, per la salvaguardia dell’ambiente in tutte le sue componenti (gestione del territorio, qualità delle vita, aspetti sociali e culturali).

Passando agli aspetti più pratici del progetto, si inizierà costituendo un gruppo di agricoltori, alcuni dei quali già operativi, che sposino i principi della biodinamica con l’aiuto di un gruppo di tecnici, tra cui esperti di biodinamica e marketing manager. Sono previsti, inoltre, accordi di filiera col settore HORECA e accordi di fornitura con le mense scolastiche del territorio, coinvolgendo direttamente gli alunni nelle attività agricole. In programma anche la creazione di un “Gas” (Gruppo di acquisto solidale) e la partecipazione ai mercati BIO, mentre agli aderenti al progetto verrà offerta la possibilità di adottare uno o più “solchi” (terreni incolti, offerti in comodato d’uso gratuito) per un periodo stabilito o per un intero anno.

Il progetto prevede un impatto sul territorio in diversi ambiti:

-          Sociale: con parte dei terreni destinati a giovani meritevoli e parte della produzione destinata ad azioni benefiche.

-          Ambientale: con la sottrazione a possibili speculazioni edilizie dei terreni dedicati all’agricoltura

-          Accademico e di ricerca: attraverso convenzioni con enti, istituti, scuole e università.

-          Culturale: grazie ad una formazione in ambito agricolo, ambientale, agroalimentare ed enogastronomico.

-          Lavorativo: con la creazione di nuove imprese in grado di creare 20 nuovi posti di lavoro nei primi tre anni.

All’incontro di sabato saranno presenti, tra gli altri, il prof. Maurizio Lanfranchi (docente di Economia ed Estimo Rurale), il prof. Giacomo Dugo (docente ordinario di Chimica degli Alimenti), il dott. Francesco Salamita (pioniere dell’agricoltura biodinamica in Italia), la prof. Francesca Buta (dirigente dell’istituto superiore Borghese-Faranda di Patti); il sindaco di Patti, Mauro Aquino.

 

Comments

Convocato in seduta ordinaria, il civico consesso per il prossimo martedì 6 febbraio 2018 alle ore 18,00, presso la Sala Consiliare di piazza  Scaffidi. Ben 16 i punti all’ordine del giorno tra cui spiccano : Approvazione rendiconto della gestione esercizio finanziario 2016. Modifica regolamento”Edilizia Comunale”.  Situazione politica in seno al Consiglio Comunale a seguito delle elezioni regionali – Discussione. Discussione in merito all’affidamento riscossione tributi della città di Patti alla Creset.  Discussione in merito alla manifestazione natalizia “Patti con gusto”, al Sorteggio indetto dalla Città di Patti in occasione delle festività natalizie, al Mercatino di piazza Marconi,al disagio dei commercianti del centro.  Istituzione del principio di rotazione degli appalti — Mozione. Mancato pagamento dello stipendio di gennaio ai dipendenti comunali. Discussione e Mozione. Crisi dei siti di conferimento rifiuti in Sicilia. Potenziamento raccolta differenziata nel Comune di Patti.  Discussione e Mozione.

 

 

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431