I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Attualità

 

 

BROLO (ME) 23 ott - "Le mie mani hanno gestito 930 miliardi di euro in 10 anni: non so nuotare, nè sciare ma so fare una cosa che si chiama governare": le parole di Nello Musumeci ieri sera al comizio elettorale nel Palatenda di Brolo, gremito con duemila persone, a sostegno della candidatura in Forza Italia del deputato regionale Nino Germanà. "Ho amministrato per tanti anni una delle provincie più grandi del Sud Italia - ha detto - e l'ho portata ai primi posti per indice di gradimento e vari altri parametri di qualità e non so com'è fatto un avviso di garanzia. Io non ho uno slogan: il mio slogan è la mia storia personale". Non ha usato mezzi termini il candidato favorito dai sondaggi elettorali in queste ultime settimane, che ha sparato a zero sia contro i grillini che contro Crocetta: "I seguaci di Grillo sono fanatici, ignoranti, presuntuosi. Cancelleri mi invita ad un confronto, ma lui non ha mai amministrato neanche un condominio quindi in cosa dovrei confrontarmi con lui? - ha proseguito Musumeci - dopo cinque anni di disamministrazione di questa Regione, non possiamo permetterci di consegnare la Sicilia nella mani di gente improvvisata. Non hanno ancora gestito nulla e già vari loro rappresentanti sono indagati. La sorella di Cancelleri è stata eletta deputata con 60 voti, mia sorella vive con la pensione sociale". Non mira a far fare carriere a nessuno e dirà molti no: "Se vinco, questa sarà la mia ultima esperienza politica, dunque ho un solo obiettivo: migliorare questa terra e restituirla meglio di come la trovo. La politica non può fare contenti tutti, non mi farò tirare dalla giacca, soprattutto da quei politici impresentabili che dovevano essere esclusi dai partiti". Musumeci ha poi elegiato la storia familiare dei Germanà: "Hanno sempre dato contributi positivi alla politica e al territorio: persone capaci e oneste, vicine alla gente, alle necessità dei paesi della zona nebroidea. In particolare Nino ha qualità superiori alla media, è un galantuomo di altri tempi, competente e instancabile nel lavoro". Parole che hanno emozionato il deputato di Forza Italia, presentato a inizio serata da un altro "big" del Centrodestra, Nanni Ricevuto, ex sottosegretario e presidente della Provincia, che ha espresso parole di grande ammirazione e stima nei confronti del collega: "L'affetto e l'apprezzamento che nutro nei confronti dell'amico Nino è sincero e profondo: non è facile trovare esponenti come lui, pronti a lasciare un posto sicuro al Parlamento nazionale per tornare in Sicilia com'è successo cinque anni fa quando si è rimesso in gioco, ha affrontato una campagna elettorale riscuotendo ampio consenso e stando vicino alla sua gente, perchè lui è un vero politico del territorio".

Ad arricchire la serata due eccellenze siciliane presentate da Alfredo Lo Faro: i musicisti Pietro Adragna, pluricampione di fisarmonica, e Francesco Buzzurro, straordinario chitarrista, i quali hanno voluto omaggiare il pubblico con medley di pezzi noti per dimostrare la loro vicinanza al candidato. A concludere la serata è stato proprio Germanà, visibilmente commosso: "Sono abituato a parlare spesso in pubblico ma quando mi trovo di fronte il mio paese, non è facile trattenere le emozioni. Io non chiedo voti in giro per i negozi, spero e penso di meritare la preferenza: se verrò eletto, continuerò a fare quello che ho fatto durante questo mandato. Cito soltanto alcune delle cose di cui vado orgoglioso: dal salvataggio dell'ospedale Piemonte, ora accorpato all'IRCCS Neurolesi, che porta la mia firma grazie all'aiuto del ministro della Salute Beatrice Lorenzin al disegno di legge sull'autonomia finanziaria dei parchi aercheologici e l'istituzione di quello di Tindari, dalla riapertura del Museo Regionale di Messina, dopo 30 anni di stasi alla creazione di una classa dirigente giovane e ancora tantissime interrogazioni parlamentari e proposte di legge. Sarà vicino - ha continuato Germanà - soprattutto ai sindaci, che spesso nello Stato non trovano un alleato, ma un nemico".

 

 

 

Comments

 

La redazione del sito web televisivo Omnianews porge le più sentite condoglianze ai familiari per la prematura scomparsa di Rocco.

 

Comments

 

 

 

 

 

L’amministrazione comunale di Gioiosa Marea, guidata dal Sindaco Ignazio Spanò, ha presentato tre importanti proposte progettuali, a valere su altrettante linee di finanziamento, per la riqualificazione del territorio e dei servizi.

Nel dettaglio, la giunta municipale ha approvato il progetto esecutivo per i “Lavori di sostituzione delle condotte idriche vetuste lungo la strada provinciale Balsima-S.Stefano, lungo la via Garibaldi e lungo l’asse viario del torrente Zappardino”, presentato in forma associata con altri comuni a valere sull’azione 7.2 del Psr Sicilia 2014-2020. L’intervento, che ammonta a 80.000,00 euro, permetterà di migliorare un servizio essenziale per la comunità, quale l’approvvigionamento idrico, e di mitigare l’incidenza dei costi di riparazioni straordinarie sul bilancio comunale.

 

Sempre a valere sul Psr Sicilia 2014-2020 - Misura 7.5, l’amministrazione ha presentato il progetto esecutivo “di miglioramento della fruizione turistica – sistemazione e messa in sicurezza di tratti delle strade di accesso ai beni culturali di Gioiosa Guardia”. L’intervento, per un importo di circa 48.000 euro, prevede la sistemazione del sentiero di accesso ai ruderi del borgo medievale e si inserisce nella proposta progettuale ITINDARI 2020, realizzato in partenariato con i Comuni di Patti (capofila), Montagnareale, Librizzi e San Piero Patti. Un progetto che si profila come il primo passo per il recupero del più importante bene storico di Gioiosa Marea, testimone della storia millenaria della comunità gioiosana e luogo di particolare attrattiva in termini turistici.

 

Infine, è stato approvato lo “Studio di fattibilità tecnico-economica del progetto per il riattamento naturalistico della strada comunale Capo Calavà-Sorrentini all’interno dell’area RES ITA 030033 zona SIC per il tratto Capo Calavà fino alla SP 113 bis”. La proposta progettuale, che prevede la risistemazione del percorso e del punto di osservazione, l’acquisizione e ristrutturazione dell’ex polveriera e la realizzazione di arredi, impianti e servizi per un importo complessivo di 993.500,00 euro, è stata presentata a valere sul PO FESR 2014-2020 – asse 6 – misura 6.6.1 finalizzata alla realizzazione di interventi per la tutela e valorizzazione di aree di attrazione di rilevanza strategica.

 

Opere che, se finanziate, permetteranno l’arrivo a Gioiosa Marea di oltre un milione di euro di fondi comunitari da investire in opere strategiche per lo sviluppo del territorio. “L’amministrazione tutta, insieme agli uffici comunali, sta lavorando anche su altri progetti affinché tutte le opportunità offerte dai bandi europei e regionali non vadano sprecate – commenta il sindaco Spanò – cercando così di reperire tutte le risorse possibili da investire per il progresso di Gioiosa Marea”.

 

 

 

Comments

 

 

 

Comunicato stampa del gruppo Piraino Giovane e Solidale: 

Delusione, amarezza e profondo rammarico, sono queste le sensazioni avvertite dal nostro gruppo consiliare – e non solo – a conclusione della seduta di Consiglio Comunale tenutasi lo scorso 16 Ottobre, con all’ordine del giorno, tra le altre, l’approvazione dello schema di bilancio di previsione 2017 e gli emendamenti presentati da Sindaco e Consiglieri Comunali. Come già anticipato nei giorni scorsi, “Piraino Giovane e Solidale” aveva proposto 12 emendamenti che spaziavano dal sostegno alle fasce più deboli, al potenziamento delle condizioni di sicurezza del territorio con l’installazione di telecamere e il potenziamento dela pubblica illuminazione e al miglioramento del servizio scolastico di competenza comunale, con particolare riguardo alla sicurezza degli alunni: acquisto di uno scuolabus, acquisto di defibrillatori, realizzazione di una copertura d’ingresso nella scuola di Gliaca ecc.. Emendamenti puntualmente  “bocciati” dal gruppo di maggioranza “Noi ci siamo per Piraino” “capitanato” dal Consigliere Cono Condipodaro, ex fiduciario del precedente Sindaco Gina Maniaici, oggi capogruppo della compagine che sostiene l’Amministrazione Ruggeri.

Eppure, gli emendamenti, non rivedevano voci di bilancio oggetto di obiettivi programmatici dall’esecutivo pirainese. Si trattava, infatti, di piccole modifiche che avrebbero potuto incidere “solo” positivamente sui risultati dell’attività amministrativa e, non per ultimo, su quelle  problematiche evidenziate dai cittadini, genitori, con particolare riguardo alle condizioni di sicurezza del servizio scolastico di competenza comunale. Emendamenti bocciati con motivazioni ad dir poco risibili, prive di qualsiasi fondamento logico e reale e, per certi versi, addirittura imbarazzanti:..iniziativa lodevole ma ci sono altre priorità (quali non è dato sapere!)..l’intervento è previsto  in futuro..ci impegneremo a farlo..dobbiamo ancora capire bene dove intervenire ecc..

In buona sostanza bocciati solo per “partito preso”, in barba a quel fantomatico “cambiamento dei modi di fare politica” tanto sbandierato nella recente campagna elettorale. A Piraino tutto è rimasto come sempre. A Piraino sopravvive la politica dei “muri”, dell’assenza di confronto e di analisi del merito, la politica dei “puntigli infantili” che non guarda agli interessi dei cittadini.

A Piraino sopravvive la vecchia politica dell’incoerenza!!

Accade così che un consigliere comunale di maggioranza, Giuseppe Spanò Bascio, accomodato da decenni sulle “poltrone” del Civico Consesso, esprime voto contrario ad emendamenti finalizzati all’acquisto di defibrillatori per scuole, di telecamere da collocare sul territorio ed all’insonorizzazione delle aule della Scuola Civica di Musica. Interventi da lui stesso ritenuti necessari ed indispensabili, quando aveva emendato lo schema di bilancio di previsione 2014 (v. prot. n. 15359 del 15/12/2014), da componente del gruppo consiliare “Nuova Piraino” insieme all’attuale Sindaco Maurizio Ruggeri e all’ex Consigliere Comunale Pino Campisi, oggi componente del Consiglio di Amministrazione della Scuola Civica di Musica, in forza della nomina diretta del Sindaco.

Riteniamo che certe azioni si qualifichino da sole, senza dover aggiungere altro.

Per quanto ci riguarda, invece, continueremo a sostenere qualunque iniziativa volta a perseguire l’interesse dei pirainesi, da chiunque proposta, così come fatto con l’emendamento proposto dal Sindaco afferente il servizio cimiteriale.

Perché noi il cambiamento lo pratichiamo, non lo ostentiamo.

 I Consiglieri comunali di “Piraino Giovane e Solidale”.

Salvatore Cipriano, Pina Saggio, Maria Teresa Maddalena e Nino Foti.

 

 

Comments

 

 

 

SOTTOSCRIZIONE DELLA CONVENZIONE PER LA ESECUZIONE DEGLI

INTERVENTI DI MANUTENZIONE DELLE AUTOSTRADE MESSINA-PALERMO E MESSINACATANIA.

IMPORTO COMPLESSIVO €124.520.000,00

Venerdì 20 ottobre, alle ore 11:30 il CAS e la Regione Siciliana sottoscriveranno la <Convenzione per

regolare i rapporti tra Regione Siciliana e Consorzio per le Autostrade Siciliane per l'attuazione delle

risorse finanziarie scaturite dal Patto per il Sud necessarie per gli interventi da eseguire nelle autostrade

Messina-Palermo e Messina-Catania>. Importo complessivo €124.520.000,00.

L’intera somma è stata stanziata dal Fondo Sviluppo Coesione 2014/2020, ed assegnata al CAS con

delibera di Giunta di Governo n. 301/2016 e confermata con ulteriore provvedimento di Giunta del

21.01.2017 n.29.

Alla firma saranno presenti il Presidente della Regione Siciliana on. Rosario Crocetta e l’attuale Assessore

regionale alle Infrastrutture e Mobilità Ing. Luigi Bosco. Ad accoglierli il Presidente del Consorzio Dott.

Rosario Faraci.

Di seguito la tipologia dei lavori ed i rispettivi costi finanziati:

A18 – Autostrada Messina-Catania - Chiusura By pass con barriere di sicurezza

omologate per applicazioni in corrispondenza di varchi apribili in spartitraffico

3.500.000,00

A/20 – Autostrada Messina-Palermo - intervento di realizzazione

dell'impianto SOS sulla intera tratta ME-CT e ME-PA

5.700.000,00

A18 – Autostrada Messina-Catania - Intervento di realizzazione

dell'impianto di pannelli di Messageria variabile in itinere e agli

ingressi ecc.

7.800.000,00

A20 – Autostrada Messina-Palermo - Chiusura by pass con barriere di sicurezza

omologate per applicazioni in corrispondenza di varchi apribili in spartitraffico

8.200.000,00

A18 – Autostrada Messina-Catania - Intervento per la messa in sicurezza delle gallerie

Taormina-Giardini e S. Antonio, canne di monte e di valle riguardante la

riqualificazione ed adeguamento degli impianti alla normativa vigente impianti di

ventilazione, illuminazione, antincendio, telecontrollo e SOS

9.050.000,00

A18 – Autostrada Messina-Catania - Lavori di riqualificazione ed integrazione dei

sistemi di sicurezza stradali (barriere longitudinali, terminali e transazione, varchi

apribili)

9.970.000,00

A20 – Autostrada Messina-Palermo - Intervento per la messa in sicurezza della galleria

Capo Calavà – Cicero, canne di monte e di valle riguardante la riqualificazione ed

adeguamento degli impianti alla normativa vigente impianti di ventilazione,

illuminazione, antincendio, telecontrollo e SOS

15.460.000,00

A20 – Autostrada Messina-Palermo - Lavori di riqualificazione ed integrazione dei

sistemi di sicurezza stradali (barriere longitudinali, terminali e transazione, varchi

apribili

18.560.000,00

A20 - Autostrada Messina – Palermo – Interventi di manutenzione straordinaria di

rifacimento della pavimentazione delle tratte ME – Patti e Patti – Furiano

21.980.000,00

A/18 – Autostrada Messina – Catania - Manutenzione

straordinaria della pavimentazione della tratta ME-Giardini–Giarre

24.300.000,00

2

Per dare concreto avvio all’attuazione del programma degli interventi la Regione Siciliana ha facoltà di

avvalersi anche della collaborazione delle amministrazioni pubbliche territorialmente competenti al fine di

avviare una convergenza di intenti e sostenere un percorso unitario di intervento sul territorio, finalizzato

allo sviluppo economico, produttivo ed occupazionale dell’area, nonché alla sostenibilità ambientale ed

alla sicurezza del territorio.

In termini pratici sarà cura del Consorzio autostradale:

· provvedere a redigere i progetti esecutivi, ad appaltare, realizzare e collaudare le opere e a renderle

funzionanti (complete ed in uso) nei termini previsti dai relativi cronoprogrammi,;

· assicurarsi, prima di procedere all’appalto che non sussistano impedimenti alla loro esecuzione;

· farsi carico degli eventuali incrementi di spesa reperendo ulteriori risorse finanziarie necessarie per

bandire le gare e rispettare il termine del 31.12.2019.

· nominare tutti i diversi Responsabili operativi previsti da norme e direttive in materia;

· trasmettere i progetti esecutivi approvati nonché il cronoprogramma della spesa;

· anticipare le risorse con fondi propri per la realizzazione degli interventi;

· rispettare la normativa comunitaria, nazionale e regionale applicabile sull’ammissibilità delle spese e

in materia di lavori pubblici ed affidamento di servizi/forniture;

· rispettare le clausole del Protocollo di Legalità Carlo Alberto dalla Chiesa.

Sarà cura della Regione Siciliana esercitare verifiche, accertamenti, controlli sull’avanzamento e sulla

qualità esecutiva delle opere, sul rispetto applicativo della Convenzione stessa.

 

 

 

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431