I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Attualità

 

 

 

Una Saracena Volley Lavalux Elits dai due volti soffre contro il Mondo Giovane Messina e riesce ad ottenere la vittorio solo al tiebreak. Il risultato finale è 2-3 (16-25; 25-17; 26-28; 25-12; 10-15).

Le ragazze allenate da mister Mauro Silvestre hanno giocato a corrente alternata riuscendo ad esprimere il loro migliore gioco solo a sprazzi. Le peloritane, puntando su un’ottima difesa e limitando gli errori, sono riuscite a rendere la vita difficile alle atlete della Saracena Volley che hanno sbagliato molto ed hanno ceduto due set ed un punto alle padrone di casa.

Il primo set ha visto Foraci e compagne imprimere il proprio ritmo riuscendo a gestire in maniera impeccabile il gioco ed il vantaggio accumulato nel corso del parziale. Nei tre set successivi si è vista una Saracena irriconoscibile con un gioco caratterizzato da tanti errori e poca reattività. Le atlete messinesi, invece, hanno lottato con determinazione su ogni pallone riuscendo a vincere il secondo e quarto set, mettendo in difficoltà la Saracena nel terzo ed arrivando al tiebreak. Nel parziale decisivo le ragazze di mister Mauro Silvestre hanno tirato fuori l’orgoglio ed hanno reagito riuscendo a portarsi a casa la vittoria, ma lasciando a Messina un punto e tanti argomenti su cui recriminare.

«La gara poteva sicuramente avere un esito differente – ha commentato la palleggiatrice Giuliana Cannestracci. Dopo il primo set abbiamo abbassato la guardia, ma alla fine la grinta e la voglia di vincere sono state determinati. A causa degli infortuni non siamo riuscite ad allenarci nel migliore dei modi, ma ci sono molti margini di miglioramento. Abbiamo tanta voglia di crescere e torneremo da subito in palestra per lavorare seguendo le indicazioni del nostro mister».

«La Saracena non ha vie di mezzo, o gioca molto bene o gioca molto male – ha detto mister Mauro Silvestre. Abbiamo giocato con poca testa e non siamo stati regolari. Abbiamo commessi troppi errori soprattutto nei set che abbiamo perso. E gli sbagli si pagano. Adesso ci rimetteremo a lavorare per sistemare gli aspetti che non funzionano ancora alla perfezione e cercheremo di crescere per poter tirare il massimo da ognuno di noi».

 

Mondo Giovane Messina – La Saracena Volley Lavalux Elits: 2-3 (16-25; 25-17; 26-28; 25-12; 10-15)

Mondo Giovane: De Grazia, Ardiri, Bruzzese, Girone, Raccuia, Romeo, Sicari, Conti, De Francesco A., De Francesco I., Russo, Antonuccio (l1), Currò (l2). All. Paolo De Grazia.

La Saracena Volley: Giuffrida, Mazzurco, Foraci, Cannestracci, Caruso, Lamonica, Gioitta, Agnello I., Ferrarini, Agnello N., Tumeo, Foraci (L1), Pirrone (L2). All. Mauro Silvestre

 

 

 

Comments

 

 

Buona la prima, buona la seconda. E si perché la compagnia teatrale "Il Sipario" di Patti, ha ottenuto in entrambe le rappresentazioni le risate, gli applausi e i complimenti del numeroso pubblico presente in sala. 450 spettatori, questo il numero impressionante che ha fatto registrare il tutto esaurito sia per la serata del 27 ottobre scorso che del 17 novembre scorso. Due date che la compagnia ricorderà con molto piacere perché hanno sancito la giusta consacrazione di un gruppo di attori non professionisti ma che lo sembrano. Recitare per divertirsi, questa la forza che spinge la compagnia di Patti ad andare avanti incanalando una serie di successi da esserne soddisfatti e compiaciuti. Tutto ciò però non fa montare affatto la testa, anzi, di volta in volta, ci si ripresenta sul palcoscenico con umiltà e per migliorare ancora. La gente tutto questo lo ha capito e se non si è più sorpresi di questo gruppo rimane estasiata da tale bravura. Adesso la compagnia "Il Sipario", per il nuovo lavoro che andrà a preparare, spera nel ritorno di due "colonne" e allora, se ciò dovesse verificarsi, signore e signori, non perdetevi assolutamente la prossima rappresentazione!

 

 

Comments

 

 

 

L'Associazione Consumatori Omnia porta a conoscenza gli organi di informazione di una questione che riguarda migliaia di risparmiatori siciliani.

I risparmiatori e investitori che hanno acquistato diamanti come forma di investimento rischiano di perdere il capitale investito.

L'Associazione Consumatori Omnia si sta adoperando per richiedere il risarcimento e riprendere il capitale investito.

 

Negli ultimi mesi è scoppiato il caso dei diamanti da investimento, con migliaia di Investitori danneggiati.

Sono migliaia i risparmiatori che si sono rivolti alle Associazioni dei consumatori per tutelare i propri risparmi.

Il rischio concreto per i risparmiatori è quello di perdere l'investimento effettuato nell'acquisto dei diamanti.

La vicenda nasce dal fatto che alcune banche Italiane hanno proposto ai Clienti l'acquisto di diamanti come forma di investimento.

L'operazione veniva pubblicizzata come particolarmente conveniente e sicura. In realtà l'operazione si è rivelata conveniente solo per le società venditrici e le banche che hano incassato commissioni elevate.

Sulla questione è intervenuta l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, la quale ha ritenuto gravemente ingannevoli e omissive le modalità di offerta dei diamanti da investimento da parte delle società e delle Banche.

In particolare la scorrettezza ha riguardato le informazioni diffuse sul sito interenet e attraverso il materiale promozionale: il prezzo di vendita dei diamanti, presentato come prezzo di mercato, l'andamento del mercato dei diamanti rappresentato in crescita, la possibilità di disinvestire agevolmente l'investimento.

Queste informazioni erano tutt'altro che veritiere. Dall'istruttoria condotta dall'Antitrust è emerso che il prezzo dei diamanti era determinato in misura superiore rispetto al prezzo d'acquisto, il disinvestimento non era agevole, perché legato esclusivamente alla possibilità che il professionista trovasse altri consumatori all’interno del proprio circuito.
Questa circostanza rende particolarmente difficile il disinvestimento, anche alla luce della pronuncia dell'Antitrust che ha ingenerato sfiducia nei nuovi clienti.

Anche le banche che hanno agevolato la vendita dei diamanti sono state interessate dalle sanzioni.

L'Associazione Consumatori Omnia è la prima in Sicilia ad aver avviato l'iter per richiedere la restituzione del capitale investitto.

 

I Consumatori interessati dalla vicenda potranno chiamare il numero verde 800210825 oppure inoltrare una mail all'indirizzo info@associazioneomnia.it

Comments



Comunicato Stampa gruppi politici "Patti Futura" e "Società Aperta" 

 

In queste ore prosegue il trasferimento degli anziani dell'ospizio "Sciacca Baratta",tutto nel silenzio assordante di un Sindaco e di una giunta, che mostra a nostro avviso poco rispetto per una situazione che ha ormai dell'incredibile,dove anche in questo caso l'incompetenza politica amministrativa,  ha dato luogo all'insediamento di un commissario.

Oggi c'è il rischio concreto che la città dopo aver perso importanti servizi come L'agenzia delle entrate, perda un Ipab così importante, se non altro per il  ruolo che questa assume nel sociale e perché gestita in maniera ineccepibile sotto tutti in punti di vista tanto da averla più volte definita un fiore all'occhiello, ne è prova il  continuo aumento degli anziani presenti.  

L'amministrazione in questa storia non ha certo un ruolo secondario,anzi al contrario, anche in questo  ha mostrato incompetenza, perché se da una parte  assistiamo all'esodo dei nostri anziani in altri luoghi con il disagio che tutti possiamo immaginare, dall'altra non è meno triste la problematica legata ai lavoratori, ed è su questo che l'amministrazione ed  il consiglio comunale, opposizione e maggioranza, devono interrogarsi e trovare risposte, tutto ciò in una situazione non certo rosea, che vede un'amministrazione commissariata per non aver predisposto il consuntivo,oltre la questione legata alla precarietà dei dipendenti comunali,tra ritardi degli stipendi e l'opportunità di una stabilizzazione sempre più lontana,a tutto ciò potrebbero aggiungersi ulteriori questioni,che devono essere affrontate nell'immediato, al fine di non distruggere questa importante realtà.

 Per tutto questo, chiediamo al presidente del consiglio di convocare una seduta straordinaria ed urgente, affinché il Sindaco possa relazionare su tutta la situazione,si chiede inoltre una conferenza dei capi gruppo alla presenza del commissario incaricato dalla Regione sulla questione Ipab e all'ufficio di ragioneria.

Noi apriamo alla collaborazione come è già avvenuto in occasione dell'incontro in assessorato qualche mese fa  per il bene di anziani e dipendenti,ma senza sconti nei confronti di quanti nel tempo hanno determinato l'annosa problematica.

 

Tripoli-Cimino

 

 

Comments

diamanti omniaI risparmiatori e investitori che hanno acquistato diamanti come forma di investimento potranno richiedere il risarcimento e riprendere il capitale investito


Alcune banche Italiane hanno proposto ai Clienti l'acquisto di diamanti come forma di investimento. L'operazione veniva pubblicizzata come particolarmente conveniente e sicura.

Sulla questione è intervenuta l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, la quale ha ritenuto gravemente ingannevoli e omissive le modalità di offerta dei diamanti da investimento da parte delle società e delle Banche.

In particolare la scorrettezza ha riguardato le informazioni diffuse sul sito interenet e attraverso il materiale promozionale.


In realtà, il prezzo di vendita dei diamanti, presentato come prezzo di mercato, l'andamento del mercato dei diamanti rappresentato in crescita, la possibilità di disinvestire agevolmente l'investimento.

Queste informazioni erano tutt'altro che veritiere. Dall'istruttoria condotta dall'Antitrust è emerso che il prezzo dei diamanti era determinato in misura superiore rispetto al prezzo d'acquisto, il disinvestimento non era agevole, perché legato esclusivamente alla possibilità che il professionista trovasse altri consumatori all’interno del proprio circuito.
Questa circostanza rende particolarmente difficile il disinvestimento, anche alla luce della pronuncia dell'Antitrust che ha ingenerato sfiducia nei nuovi clienti.


Anche le banche che hanno agevolato la vendita dei diamanti sono state interessate dalle sanzioni.
Il consumatore può provare a richiedere la restituzione del capitale investitto.

In caso di rifiuto potrà rivolgersi all'Associazione Consumatori Omnia per richiedere assistenza.

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431