I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Attualità

 

Si è svolto venerdì 14 novembre alle ore 17:30, presso l’auditorium “San Vito” di Barcellona P.G., un convegno dal titolo “Un territorio che guarda al futuro”.  Ad intervenire i relatori Andrea Italiano, Presidente della Pro Loco di Barcellona, sul tema “Ieri” e Sergio Amato, commercialista e consulente aziendale, sul tema “Oggi”.


 

Il convegno è stato organizzato dalla CISL di Messina su iniziativa della Sede Zonale di Barcellona e in collaborazione con il suo Centro Studi (di cui, per altro,  fa parte, come dirigente CISL Scuola Messina, la nostra Tinuccia Di Dio).

 

I lavori sono stati aperti dal responsabile zonale della CISL di Barcellona P.G. Roberto Isgrò, che ha introdotto il tema generale lasciando poi ampio spazio agli interventi suddetti; quello di Andrea Italiano, che ha affrontato l’aspetto del passato (“Ieri” appunto), quello di Sergio Amato sulle condizioni presenti (“Oggi”), e quelle del docente universitario Francesco Messina, il quale ha relazionato su “Quale futuro?”.

 

Grande impatto per le conclusioni dell’iniziativa, che sono state tirate dal Segretario Generale CISIL di Messina Tonino Genovese, il quale ha successivamente ripreso l’argomento nel convegno aperto al dibattito coi ragazzi di sabato 15 novembre tenutosi presso l’Istituto “Maiorana”.

 

L’argomento, di grande importanza ed attualità, verrà inoltre ripreso durante un nostro programma, in studio, dove avremo il piacere di ospitare tutti i relatori.

 

 

 

Armando Di Carlo

Comments

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina intensificano i controlli finalizzati a prevenire il fenomeno delle vittime della strada.


Continua l’impegno del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Messina finalizzato a contrastare e prevenire il fenomeno degli incidenti stradali mortali che sovente coinvolgono i giovani in particolare nei fine settimana. In concomitanza della giornata mondiale in RICORDO DELLE VITTIME DELLA STRADA i militari hanno concentrato l’attenzione sulla movida messinese procedendo nella nottata tra sabato e domenica scorsa a 2 denunce per rifiuto di sottoporsi al Drag test, 1 per rifiuto a sottoporsi all’alcol test, 1 per guida senza patente e alla segnalazione di 5 giovani in Prefettura per il possesso di sostanze stupefacenti per uso personali.

In particolare un diciannovenne già noto alle FF di PP è stato fermato alla giuda di una Smart nonostante fosse privo di patente di guida, nonché in evidente stato di alterazione conseguente all’abuso di alcolici e stupefacenti. Nonostante questo il giovane si rifiutava di sottoporsi ai previsti accertamenti come richiesto daiCarabinieri e pertanto veniva denunciato all’autorità giudiziaria. Analogamente un altro giovane nelle stesse condizioni, si rifiutava di sottoporsi agli accertamenti mirati ad attestare l’abuso di stupefacenti ed essendo anch’egli alla guida di un’autovettura veniva denunciato.

Infine i 5 giovani sono stati trovati in possesso, in complessivo di 10 grammi di marijuana per uso personale. I giovani di età compresa tra i 19 e 25 anni sono stati tutti segnalati alla Prefettura di Messina ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90.

Comments

Oltre quattrocento persone hanno preso parte all'evento "Giornata del diabete".


Cittadini di età che varia in media tra i 30 e i 75 anni nel giro di quattro ore, dalle 8.30 alle 12.30 nell’ambito della “Giornata del diabete” si sono sottoposte al controllo della glicemia nella zona adiacente al Palazzo del Turismo sito nella centralissima piazza Marconi. Sono stati effettuati i prelievi eseguiti dell’ambulatorio di diabetologia presso il presidio ospedaliero “Barone Romeo”, diretto da  Sara Adamo. ”Si tratta  - spiega Adamo -  di un’azione di sensibilizzazione e di informazione rivolta a tutti, diabetici e non, sull’importanza della  diagnosi precoce della malattia diabetica e sul corretto stile di vita per prevenirla e naturalmente per chi lo desidera un controllo  della glicemia e della pressione arteriosa. Purtroppo dai dati in nostro possesso e che ci vengono fornite direttamente dai medici ed in particolare  quelli di famiglia,  che c’è un incremento. Ciò deriva dal fatto che adesso c’è una maggiore attenzione e  controllo nella ricerca della malattia diabetica, incominciando dalla fase iniziale e soprattutto sui giovani, in modo che si possa cosi dare la giusta informazione al soggetto eventualmente interessato, evitando  l’evoluzione della stessa e l’insorgenza delle complicanze. Nello stesso tempo evitare i fattori che portano ad incrementare questa malattia, come l’obesità e la sedentarietà, che sono fattori che contribuiscono notevolmente”. A giudicare dal buon numero di persone che si sono sottoposte ai controlli si incomincia finalmente a capire l’importanza della  prevenzione dato che specie negli ultimi viene recepita sempre di più. “Se poi il tutto  – conclude Adamo  – viene regolato con una  alimentazione sana e corretta,  relativi controlli periodici ed accompagnata da  una normale attività fisica, si hanno ottime  possibilità per prevenirla in maniera quasi definitiva ”.

Comments

Bocciata, 10 a 8, spaccando letteralmente  il consiglio comunale, l’introduzione della tassa di soggiorno, proposta dall’esecutivo del sindaco Mauro Aquino.


A rendere la seduta  non certo positiva per il primo cittadino è stata la discussione sulla problematica relativa alla  rimozione della canna  fumaria, avvenuta nei giorni scorsi, del panificio “La Coccinella”, con le dichiarazioni  del consigliere  Giacomo  Prinzi  al termine della sua dura accusa nei confronti di Aquino,  su come ha gestito tale problematica. “ Sindaco lei ultimamente ha racchiuso in se troppo potere, a seguito dell’assunzione di quasi tutte le deleghe più importanti, per cui sarebbe opportuno, anche perché non è grado di poterle gestire, di ritornare nuovamente con i piedi per terra”.  Oltre a Bisagni, hanno votato contro l’introduzione  della tassa di soggiorno,  Achille Fortunato, Giacomo Prinzi, Alessio Papa, Pasqualino  La Macchia, Nino Gigante,  Filippo Tripoli, Michele Mastronardi, Cettina Ravidà e  Giovanni Di Santo.

Come si può notare si è verificata una spaccatura completa, in quanto dall’altro lato oltre ai voti su cui generalmente può contare la maggioranza di Aquino, si sono schierati a favore, tranne Di Santo, il gruppo facente capo all’ex sindaco  Venuto, con in testa il presidente del consiglio Giorgio Cangemi.

Pronta la risposta di Mauro Aquino: “Sono rammaricato, in quanto sono convinto che si è persa una occasione per reperire risorse per effettuare importanti investimenti nel settore turistico, proprio in una città che de turismo deve fare la principale fonte di sviluppo e quindi di ricchezza. Si trattava di una imposta che non avrebbe inciso minimante inciso sui flussi turistici  che sono e ritengo che continueranno a crescere come dimostrato ampiamente dagli unici dati ufficiali e inoppugnabili  che contano che sono quelli emanati dall’Agenzia del Turismo”.

Per la cronaca, gli importi da praticare dal 1 giugno al 30 settembre, erano di 1 euro a persona per agriturismi,  campeggi  affittacamere , case ed appartamenti  per vacanze e B&B; 1,5 per hotel a tre stelle e villaggi turistici ; 2 per quattro stelle, tre euro per alberghi a cinque  stelle. Infine per esitare gli altri punti rimasti, il consiglio si riunirà il prossimo giovedì.

Comments

Patti, presto arriverà la concessione del mutuo per trasferire gli ambulanti del posto fisso di Tindari.


 

Rimane sempre  ferma la volontà di trasferire gli ambulanti a posto  fisso che si trovano sulla strada che porta al Santuario della Madonna Bruna di Tindari, all’adiacente  parcheggio degli Ulivi. L’obiettivo, infatti  è quello di arrivare alla prossima stagione estiva con i lavori eseguiti e dato che tutto ciò  non  comporta  opere di particolare impegno, per cui nel  giro di pochi mesi  si possono consegnare i lavori e de seguirli. Il tutto dipende anche dalla celerità con cui la Cassa Depositi Prestiti concederà  il mutuo di circa 400 mila euro. E’ questo in sintesi, il concetto portante ribadito nel corso di una intervista dal sindaco Mauro Aquino, trattando anche la possibilità di un possibile ritorno alla  protesta degli undici ambulanti.”Continueremo ad ascoltarli cosi come abbiamo fatto in passato, però ritengo che questa soluzione vada soprattutto nel loro interesse. Tra l’altro sono certo che quando, tra qualche settimana, vedranno il progetto,  converranno che la nuova sistemazione è per loro più comoda, funzionale ed economicamente più vantaggiosa”.

Anche per quanto riguarda la situazione degli altri ambulanti presenti in via  Teatro Greco, ovvero di fronte al Santuario, il primo cittadino dice: “L’indirizzo del  consiglio comunale è stato abbastanza chiaro, cioè quello, procedendo progressivamente, di trasferire anche loro, in modo da realizzare una sorta di area commerciale in tutta l’area del parcheggio. In questa prima fase, si procederà con gli undici ambulanti di via Monsignor Pullano, e non escludo che se ci saranno subito le disponibilità finanziarie, derivanti possibilmente, dal ribasso sostanzioso sull’aggiudicazione dei lavori, si potrebbe anche  dare il via per iniziare anche gli altri trasferimenti, daco che  il tutto è stato previsto nel progetto per cui già ci sono designati gli spazi necessari”.

Sembra dunque essere questa la linea definitiva espressa dall’amministrazione  comunale,  intenzionata a  portare avanti questa soluzione, che come si ricorderà  nei mesi scorsi era stata alquanto contestata dagli ambulanti in questione. Infatti  anche se non si è arrivati mai al classico muro contro muro, è stato sempre contestato  il  trasferimento. Tanto che  per dimostrare la loro ferma volontà al diniego, hanno letteralmente arretrato le loro bancarelle di un metro e mezzo proprio a  ridosso del muro di sostegno, mentre  altri non hanno esposto più le loro merci  proprio per favorire maggiormente il passaggio pedonale dei pellegrini. Ma a quanto sembra, ciò non è stato recepito positivamente, per cui quasi sicuramente prima dell’inizio della prossima stagione estiva, ci sarà la svolta. 

 

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431