I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Cronaca

 

____________________________________________________________________

 I carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di lesioni personali e resistenza a P.U., il 20enne R.M..

In particolare, nel corso dei festeggiamenti carnevaleschi, il giovane, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuto all’abuso di sostanze alcoliche, molestava verbalmente una giovane donna, per poi scagliarsi con calci e pugni contro un privato cittadino presente alla manifestazione ed intervenuto per difenderla, procurandogli fortunatamente solo lievi lesioni. I carabinieri, impegnati in servizio finalizzato a presidiare il regolare svolgimento dei festeggiamenti, intervenivano prontamente bloccando l’individuo ed identificandolo. All’atto del controllo da parte dei militari dell’Arma, tuttavia, il soggetto in stato di agitazione non desisteva dalla propria condotta, rifiutandosi di fornire le proprie generalità ed inveendo contro gli operanti con offese e minacce. Immediatamente tratto in arresto, dopo le formalità di rito e su disposizione dell’A.G., il giovane veniva condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari e nella odierna mattinata, tradotto presso il Tribunale di Patti per la celebrazione del rito per direttissima, al termine del quale il GIP, dopo aver convalidato l’arresto, ne disponeva la sottoposizione alla misura cautelare dell’obbligo di dimora.

 

Proseguono dunque le attività dell’Arma finalizzate a garantire il regolare e tranquillo svolgimento dei festeggiamenti carnevaleschi in atto in questi giorni, prevenendo qualsiasi forma di disordine e vigilando, in modo particolare, sull’abuso di sostanze alcoliche da parte dei più giovani. Si rammenta, a tal proposito, che pochi giorni fa, i militari della Stazione di Ficarra avevano tratto in arresto tre giovani per i reati di lesioni personali scaturite da una violenta rissa dovuta sempre all’abuso smodato di alcolici.

Anche in quell’occasione, il tempestivo intervento dei carabinieri aveva immediatamente ripristinato l’ordine ed evitato che la situazione potesse degenerare con ulteriori e peggiori conseguenze.    

Comments

                            La Polizia di Stato effettua un’intensa attività di controlli straordinari.

Nell’ambito di appositi servizi, volti a garantire la sicurezza degli ambiti ferroviari e a prevenire situazioni di turbativa all’ordine e alla sicurezza pubblica, in questi giorni, la Sezione di Polizia Ferroviaria di Messina ha svolto un’intensa attività di controlli straordinari a viaggiatori e bagagli con la collaborazione del Gruppo Cinofili della Guardia di Finanza, nel contesto dell’operazione “Railsafe day”.

L’operazione “Rail safe day” si innesta nel programma, predisposto dal Servizio Centrale di Polizia Ferroviaria, che tende a rendere sicuri i luoghi frequentati dai viaggiatori, mediante l’attuazione di servizi di prevenzione, finalizzati a mantenere alto il livello di sicurezza.

Ad oggi, sono state controllate 1866 persone, di cui 156 straniere e rintracciati 4 minori extracomunitari non accompagnati e riaffidati alle strutture protette di provenienza.

La presenza di personale della Polizia Ferroviaria nella Stazione Centrale, negli scali, nei binari, sui treni e nelle sale d’attesa consente la fruizione dei servizi ferroviari nella massima sicurezza e fornisce un punto di riferimento valido e sicuro per tutti i cittadini.

L’operazione della Polfer di Messina - che si aggiunge alla quotidiana attività svolta - ha consentito di garantire che il flusso dei viaggatori avvenisse nelle migliori condizioni di sicurezza.

 

Comments

 

I finanzieri della Tenenza di Patti, in due distinte operazioni, hanno sequestrato oltre 1200 articoli carnevaleschi (maschere, bombolette spray, coriandoli, parrucche, giocattolini ed altri oggetti in plastica) non conformi rispetto agli standard di sicurezza imposti dalla normativa dell’Unione Europea e nazionale.

Il servizio è stato eseguito nell’ambito dell’intensificazione delle attività a tutela della salute e sicurezza dei consumatori.

Le operazioni hanno riguardato due esercizi commerciali, siti a Patti e Falcone, i cui proprietari, rispettivamente un soggetto di origine cinese ed un italiano, sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Messina per aver posto in vendita merce priva delle indicazioni minime di sicurezza.

I prodotti sequestrati, infatti, non riportavano alcuna indicazione in lingua italiana e, in taluni casi, sono risultati sprovvisti della relativa marcatura “CE” imposta dalla specifica normativa europea.

Ai proprietari dei negozi, quindi, è stato notificato un verbale di contestazione che prevede l’irrogazione da parte dell’Ente competente di una sanzione amministrativa che va da un minimo di € 516,00 a un massimo di € 25.832,00.

Gli interventi, eseguiti in prossimità degli eventi carnevaleschi, testimoniano l’attenzione che la Guardia di Finanza rivolge nello specifico settore al fine di sottrarre al libero mercato prodotti potenzialmente dannosi e nocivi per la salute degli acquirenti e, soprattutto, di bambini e adolescenti che, nelle tradizionali feste di carnevale, sono soliti comprare questo genere di prodotti.

Inoltre, il commercio di prodotti non sicuri danneggia il mercato e sottrae opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole.

Comments

 

____________________________________________________________________

 

 

Prosegue senza sosta l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Milazzo al fine di assicurare con l’attività di prevenzione, specie quella tesa a infrenare i reati di tipo predatorio, maggiori standard di sicurezza per i cittadini.

Grazie all’attuazione di programmati servizi per la prevenzione ed il contrasto dei reati contro il patrimonio è risultato efficace l’intervento effettuato dai Carabinieri della Stazione di Milazzo, i quali, nel pomeriggio di ieri, hanno assicurato alla giustizia un’altra banda di ladri, tutti palermitani, colti in flagranza del reato di furto aggravato.

In tale contesto si è sviluppata l’attività che ha consentito di assicurare alla giustizia un giovane e due donne, di cui una minorenne, i quali, all’interno del centro Commerciale “Parco Corolla - IPERCOOP” di Milazzo, dopo aver danneggiato i dispositivi antitaccheggio ritenendo di farla franca, si erano impossessati di vari articoli di profumeria per un valore complessivo di circa 800 euro.

Tale azione però non è passata inosservata ai militari dell’Arma in servizio preventivo all’esterno del citato centro commerciale, che insospettiti dalla presenza di questi tre individui che si aggiravano per il centro commerciale, tempestivamente riuscivano ad intervenire, bloccando i malviventi e traendoli in arresto per furto aggravato.

La refurtiva, interamente recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari, informata dai Carabinieri circa l’accaduto.

I tre malfattori, identificati in CARDINALE Giuseppa, cl. 1973, LA SPISA Cristian cl. 1991 ed una diciassettenne, tutti nati e domiciliati a Palermo, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G. sono stati tradotti, rispettivamente, presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi la CARDINALE, presso la Casa Circondariale di Barcellona P.G. il LA SPISA e presso il Centro di Prima Accoglienza di Caltanissetta la minore, in attesa della citazione diretta a giudizio prevista per il pomeriggio odierno.

 

Comments

Questa notte i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina hanno tratto in arresto un pregiudicato e deferivano l’assuntore, entrambi bloccati mentre mercanteggiavano la cessione di sostanza stupefacente a bordo di un auto.

Si tratta di  MANDALA’ Davide, nato a Messina, il 15 luglio 1974, ivi residente ed un concittadino.

Verso le ore 21:30 di ieri, una pattuglia del Nucleo Radiomobile  notava MANDALA’ Davide scendere a piedi dal quartiere Mangialupi e, dopo qualche minuto,  veniva caricato da un altro a bordo di una Fiat Punto di colore bianco. L’auto si dirigeva verso il villaggio Provinciale fino a raggiungere una vicina via e fermarsi a margine della strada.

Anche se a distanza, approfittando della corretta illuminazione della zona, i carabinieri notavano che i due, appartatisi, cominciavano a parlare animatamente.  MANDALA’ Davide, mentre gesticolava teneva in mano un involucro, mentre,  il conducente faceva altrettanto e, all’arrivo dei carabinieri, lasciava sul cruscotto dell’auto delle banconote.

Ciò convinceva i militari a ritenere che era in atto  una cessione di sostanza stupefacente, e così, con azione fulminea, i due militari dell’Arma intervenivano e invitavamo i due a scendere dell’autovettura.

Il MANDALA’ Davide, ancora con lo stupefacente in mano, tentava di disfarsene, gettandolo a terra, ma la dose veniva recuperata; mentre sul cruscotto della vettura il conducente lasciava cadere la somma  di euro 25 (una banconota del taglio da Euro 20 e una da Euro 5).

La cocaina del peso lordo di grammi 0,56, nonché la somma di danaro venivano sottoposti  a sequestro penale. Il conducente veniva deferito alla Prefettura come assuntore di sostanza stupefacente e l’arrestato veniva tradotto presso il Tribunale di Messina. Nella mattinata odierna, al termine del rito per direttissima, il GIP, dopo aver convalidato l’arresto, sottoponeva il MANDALA’ Davide alla misura degli arresti domiciliari.

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431