I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Cronaca

 

 

Nella mattinata odierna, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal GIP del Tribunale di Messina a conclusione di articolate e complesse indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Messina, militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Messina e della Compagnia Carabinieri di Messina Sud hanno sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari Cateno DE LUCA e Carmelo SATTA in qualità di promotori di un’associazione per delinquere finalizzata alla realizzazione di una rilevante evasione fiscale di circa 1.750.000 euro.

Nel dettaglio, attraverso le indagini è stato individuato un complesso reticolo societario facente capo alla Federazione Nazionale Autonoma Piccoli Imprenditori ed alla società CAF FE.NA.PI. s.r.l., riconducibile, direttamente o indirettamente, al DE LUCA e al SATTA, utilizzato, nel corso del tempo, per porre in essere un sofisticato sistema di fatturazioni fittizie finalizzate all’evasione delle imposte dirette ed indirette.

In sintesi, lo schema evasivo emerso prevedeva l’imputazione di costi inesistenti, da parte della Federazione Nazionale a vantaggio del CAF FENAPI s.r.l., individuato quale principale centro degli interessi economici del sodalizio criminale.

La frode si è sviluppata basandosi sul trasferimento di materia imponibile dal CAF alla Federazione Nazionale, in virtù del regime fiscale di favore applicato a quest’ultima, che ha determinato un notevole risparmio di imposta.

Al termine dell’attività investigativa è stato individuato un indebito risparmio di imposta pari a circa 1.750.000 (sia ai fini I.V.A. che delle Imposte sui redditi delle società).

Oltre alle due persone sottoposte agli arresti, sono state deferite a piede libero altri 8 associati.

 

Contestualmente è stata disposta l’esecuzione del sequestro preventivo per equivalente fino all’ammontare dell’indebito risparmio di imposta, sia nei confronti degli arrestati che nei confronti della società CAF FENAPI s.r.l.,  nei cui confronti è stata applicata la normativa in materia di responsabilità amministrativa degli enti.

Comments

 

 

di Mirto del 22 febbraio.

 

Nella mattinata odierna, a Palermo – Quartiere Zen 2 – militari della Compagnia Carabinieri Sant’Agata di Militello in collaborazione con l’Arma locale, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Patti (ME), su richiesta della competente Procura della Repubblica, nei confronti di due soggetti pregiudicati, ritenuti responsabili, in concorso, dei reati di furto aggravato e ricettazione. I due soggetti, assicurati alla giustizia, sono il 37enne CASTELLI Francesco ed il 34enne FIORE Massimiliano, entrambi di Palermo.

Il 22 febbraio scorso, tre individui travisati e ben organizzati, previa effrazione della porta di ingresso, si introducevano all’interno dell’esercizio commerciale Tabacchi, sito nel comune di Mirto (ME) ed asportavano articoli vari (sigarette, gratta e vinci, materiale informatico) per un valore complessivo di 20.000€ circa. Le immediate ricerche attivate dai Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello, permettevano di intercettare l’auto su cui viaggiavano i malviventi, poi risultata rubata, ed arrestare in flagranza FASONE Vincenzo, 35enne palermitano. L’auto, una Audi A4, provento di furto a Marsala (TP) nel dicembre 2016, veniva bloccata in una strada interpoderale ed i due, arrestati in nottata, profittando della fitta vegetazione, si davano a precipitosa fuga, facendo perdere le proprie tracce. Tutta la refurtiva veniva recuperata e restituita al legittimo proprietario, mentre l’attrezzatura da scasso ed il veicolo rubato venivano poste sotto sequestro.

 

I Carabinieri della stazione di Mirto avviavano da subito articolate e complesse attività d’indagine, che consentivano di ricostruire la dinamica dei delitti commessi e di individuare i due soggetti che erano riusciti a scappare nella notte. L’Autorità Giudiziaria competente, concordando le risultanze investigative raccolte e documentate dai Carabinieri, emetteva specifica ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due pluripregiudicati palermitani. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale “Pagliarelli” di Palermo (PA) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Patti (ME).

Comments

 

 

Carabinieri della Compagnia di Patti hanno dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Tribunale per i minorenni di Messina nei confronti di altrettanti soggetti della zona di Patti, di cui uno minorenne e gli altri appena maggiorenni. L’accusa pesantissima e’ quella di associazione finalizzata all’acquisto e traffico di sostanze stupefacenti con l’aggravante della vendita a minori. Le attività illegali di questo sodalizio criminale sono state scoperte ed accertate a seguito di serrate indagini condotte dalla Stazione carabinieri di Gioiosa marea. I militari hanno dimostrato come gli arrestati fossero soliti spacciare stupefacenti del tipo cocaina e marjiuana presso numerosi istituti scolastici di Patti, Gioiosa Marea e Montagnareale, servendosi, talvolta, anche di minori non imputabili. Continua quindi l’attività preventiva e repressiva dei Carabinieri nel campo degli stupefacenti, focalizzando al massimo l’attenzione verso luoghi sensibili quali le scuole e nei confronti delle fasce più giovani ed esposte a questi gravi fenomeni criminali.  

 

 

Comments

 

 

Nella serata di venerdì 3 novembre 2017, è i carabinieri della Stazione di Bordonaro hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio” Alessandro MATTOCCI, pregiudicato 45enne di origini catanesi, ma operante nell’area del Capoluogo peloritano.

Tutto ha avuto inizio intorno alle 19, quando una pattuglia dei carabinieri, in servizio per l’incessante attività di controllo del territorio svolta dall’Arma, transitando lungo il rione Valle degli Angeli ha notato due soggetti che, con fare sospetto, si stavano reciprocamente consegnando qualcosa.

I militari hanno quindi deciso di intervenire immediatamente ma i due uomini, accortisi di essere stati scoperti, si sono repentinamente dati alla fuga, liberandosi di un piccolo oggetto durante la corsa. Ne è scaturito un breve inseguimento a piedi, a conclusione del quale gli operanti sono riusciti a intercettare e bloccare il MATTOCCI, nonché a recuperare ciò che poco prima l’uomo stava per consegnare al suo interlocutore: si trattava di un involucro contenente circa 100 grammi di metanfetamina, una droga sintetica molto pericolosa che si presenta sotto forma di piccoli cristalli e che, solitamente, viene fumata o iniettata da chi ne fa uso.

 

L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di “Messina Gazzi” fino alla celebrazione del rito direttissimo, che ha avuto luogo nella mattinata successiva e che si è concluso con la convalida dell’arresto e con la sottoposizione di MATTOCCI alla misura cautelare degli arresti domiciliari, con l’applicazione del braccialetto elettronico.

 

Il blitz dei carabinieri dimostra con quale attenzione venga contrastato il consumo di stupefacenti e conferma il constante impegno delle Forze dell’Ordine a presidio del territorio. 

Comments

 

 

E’ il Tenente Marco PEDULLA’ il nuovo Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto 

L’Ufficiale, di origini romane, 25 enne, dopo aver frequentato il 193° corso dell’Accademia Militare di Modena ed il 22° corso di perfezionamento presso la Scuola Ufficiale di Roma, ove ha conseguito la Laurea Magistrale in Giurisprudenza all’Università di Tor Vergata, proviene dalla Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze in qualità di Comandante del Plotone Allievi.

Si appresta a ricoprire un ruolo importante e delicato in un territorio complesso e professionalmente qualificante.

 

 

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431