I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

 

 

Ha tentato pervicacemente di ostacolare l’attività dei poliziotti delle Volanti della Questura di Messina intervenuti,  nella serata dell’appena trascorso sabato, al parcheggio Cavallotti per arrestare la corsa di un ciclomotore che, transitando ad alta velocità, creava un serio pericolo alle numerose persone presenti sul posto in attesa di salire a bordo dei  bus in sosta.

Lui è M A messinese di anni 18.  Il giovane all’arrivo degli operatori di polizia assumeva un comportamento ostile a tutela dei ragazzi a bordo del velocipide fermato con il chiaro proposito di assicurargli l’impunità. Nonostante le numerose richieste di allontanarsi non demordeva dall’intento criminoso e si rifiutava di fornire generalità e documento d’identità.

Veniva, pertanto, invitato dagli agenti a salire sull’autovettura di servizio per essere condotto presso gli Uffici di Polizia al fine di procedere all’identificazione.

In tutta risposta M.A.  si scagliava violentemente contro i poliziotti causando, ad uno di questi, addirittura delle lesioni.

Veniva, pertanto, deferito in stato di arresto per i reati di resistenza, lesioni a Pubblico Ufficiale e rifiuto d’indicazioni sulle propria identità personale.

L’A.G competente, informata dell’accaduto, disponeva la sottoposizione del predetto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito per direttissima.

 

 

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431