I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Politica

 

 

Approvato,  dal consiglio comunale della città pattese, dopo  un giorno e mezzo di discussione,  corredato  tra l’altro da  alcuni scontri verbali decisamente super polemici, il bilancio di previsione , che è complessivamente di circa 56 milioni di euro , ma che al netto, delle somme dovute ad anticipazione  di cassa ed altro ,  l’importo concreto , è sui 16 milioni. Alla fine, nove voti favorevoli, uno contrario Giacomo  Prinzi,  mentre hanno abbandonato  l’aula ,  Natalia Cimino, Mariella Gregorio  Nardo,Giovanni  Di Santo   e Filippo Tripoli. Ed è proprio quest’ultimo a rilasciare una prima riflessione, sul perché di questo non voto, riservandosi di esprimere il tutto con maggiore approfondimento, nel confronto visivo che si terrà nei nostri studi, quasi sicuramente il prossimo lunedì, insieme ad altri colleghi di maggioranza e opposizione.  “ Dopo le dichiarazioni palesi e verbalizzate di una maggioranza, che ha affermato  :” Abbiamo vinto le elezioni per cui il bilancio lo facciamo noi “, abbiamo ritenuto di abbandonare l’aula. E’ chiaro – prosegue Tripoli -  che alla luce di queste dichiarazioni è stato confermato un clima di assoluto potere del sindaco e della sua coalizione che mette a repentaglio, il giusto andamento  democratico di una  città che dovrebbe essere rappresentata  in toto , soprattutto in occasione del bilancio,  dove avevamo creduto in una condivisione nella programmazione.  Invece – conclude il consigliere di opposizione  - ci hanno chiuso le porte in faccia per cui a pagarne le conseguenze sarà la città. Noi comunque ci siamo e terremo perennemente fede al mandato conferitoci di indirizzo e controllo”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche la Cimino, aggiungendo altresì,  che è stato necessario  uscire dall’aula, in quanto viviamo,  dopo queste dichiarazioni   di alcuni  consiglieri di maggioranza,  in momento di democrazia sospensiva “.  Di parere decisamente opposto  la maggioranza con in testa il sindaco  Mauro Aquino : “ Siamo e sono  molto soddisfatto dell’approvazione dell’importante strumento finanziario perché consente di essere operativi su alcuni temi molto importanti e alquanto sentiti dalla cittadinanza. E’ un previsionale che prevede importanti risorse per investimenti  attesi da anni , in particolare l’acquedotto delle frazioni, atteso da decenni;redazione ed elaborazione del prg (piano regolatore generale);il potenziamento dei servizi resi ai cittadini;lo studio particolareggiato del centro storico. Quanto alla bocciatura di alcuni emendamenti, prontamente strumentalizzata dall’opposizione, è opportuno evidenziare come gli stessi, insufficienti negli importi e con coperture soltanto virtuali, fossero di mera propaganda e non avrebbero consentito comunque il raggiungimento degli obiettivi dichiarati.  Il senso di responsabilità ci ha imposto scelte forse anche impopolari, ma certamente nell’interesse della collettività. Siamo sicuri che le realizzazioni ed i risultati dei prossimi mesi continueranno a darci ragione”.

Il direttore responsabile di Omnia News

 

Carmelo Ferro 

Comments

 

 

Il Sindaco di Patti avv. Mauro Aquino ha sottoscritto un accordo con il Centro Interdipartimentale Ricerca Centri Storici dell'università di Palermo, a seguito di deliberazione di giunta proposta dall'assessore all'urbanistica ing. Marco Scardino. Si tratta di una collaborazione per l'attuazione di iniziative finalizzate alla riqualificazione del Centro Storico di Patti, come previsto dalla L.R. n. 13/15 inerente le norme per il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici.
L'ufficio tecnico comunale predisporrà uno studio di dettaglio del Centro Storico, praticamente simile ad una sorta di Piano Particolareggiato, avvalendosi della consulenza dell'Università di Palermo e dei suoi migliori urbanisti, già in passato impegnati su studi analoghi.
Tale accordo tra i due enti pubblici, Comune di Patti da un lato e C.I.R.CE.S. dall'altro, rientra tra le tipologie di contratto ammissibili e non prevede alcun tipo di onere economico a carico dell'ente comunale.
'Si tratta del primo passo, epocale per la nostra Città, funzionale alla riqualificazione del tessuto urbano del nostro Centro Storico -dichiara il Sindaco Aquino. Mai prima d'ora si era concretamente affrontata la questione. È da decenni che se ne parla e finalmente abbiamo intrapreso una valida opzione per iniziarne il percorso. Abbiamo deciso, per non sbagliare, di affidarci alle migliori professionalità disponibili oggi nella nostra regione e riteniamo, a seguito di diversi incontri avuti, di poter ottenere il meglio per la valorizzazione del nostro centro cittadino. Sono determinato a portare a termine, nel miglior modo possibile, questa operazione di  pianificazione urbanistica della nostra parte di territorio migliore per storia e valenza architettonica.' L'assessore Scardino, dal canto suo, rimarca anch'egli la svolta storica affermando 'di aver messo a disposizione della Città l'unico strumento che la legge oggi consente di utilizzare in tale congiuntura economica poco favorevole. Si tratta naturalmente solo della fase iniziale, abbiamo incardinato la pratica, dopodiché già questo autunno inizieranno le fasi operative di rilievo che saranno affidate a 5 professionisti, ciascuno a guida di un gruppo di allievi dell'Istituto Tecnico Borghese-Faranda di Patti, utilizzando lo strumento dell'alternanza scuola-lavoro, percorso accettato e condiviso con la dirigente prof.ssa Francesca Buta. Il mio personale obiettivo è quello di dare un contributo fattivo alla Città, chiedendo nel contempo a tutti collaborazione per la riuscita del progetto. Sono operazioni di pianificazione urbanistica che cambieranno, nel lungo periodo, l'aspetto del nostro centro urbano. Abbiamo deciso di concentrare sin dall'inizio i nostri sforzi sul centro storico perché riteniamo far passare da lì, per prima, la possibilità di sviluppo ed espansione. Sono ottimista perché daremo ai privati più opzioni d'intervento e alle amministrazioni una delineata programmazione urbanistica sulla quale poter intervenire con investimenti pubblici. Avevo già anticipato un nostro interessamento sulla questione centro storico e proprio in tal direzione continuiamo ad essere orientati e determinati ad attuare le migliori iniziative.'

Comments

 

 

Questo il titolo della risposta dell’opposizione al comunicato stilato dal sindaco Aquino e della maggioranza. Eccolo riportato integralmente:  

“Nonostante lo spirito di responsabilità dei sottoscritti consiglieri comunali che hanno condiviso le misure e gli emendamenti in favore delle categorie colpite dagli incendi dello scorso 30 giugno, con la previsione di agevolazioni IMU 2018 e 2019 e l’acquisto di attrezzature antiincendio, siamo stati costretti a sopportare  insulti,  menzogne e forzature ed abbiamo dovuto assistere ad atti di arroganza da parte del Sindaco Aquino  con la complicità della sua maggioranza Consiliare.

Sono stati infatti bocciate le seguenti opere, che avevano il parere positivo per la copertura finanziaria, che potevano essere finanziate con i soldi del bilancio di Previsione 2017:

Riqualificazione Piazza Quasimodo Tindari      €  150.000,00                BOCCIATO

Riqualificazione Piazza Garibaldi e Pigafetta   €   150.000,00                BOCCIATO

Metanodotto C/da Mustazzo e zona adiacente  €  50.000,00               BOCCIATO

Parco Giochi di Locanda e Scala                             €  20.000,00               BOCCIATO

Completamento marciapiede C/so Matteotti     €   45.000,00 (già bocciato nel 2016)   BOCCIATO

Realizzazione Parco Giochi Via D’Amico               €  25.000,00               BOCCIATO

 

La bocciatura, è avvenuta in totale spregio degli interessi della collettività pattese, senza alcuna motivazione, con un atto di forza fine a se stesso che non ha consentito al Sindaco Aquino, con una maggioranza non presente in aula, di garantire il numero legale per i lavori consiliari, avendo lui proposto il Bilancio.

 

 I Consiglieri di opposizione  NATALIA CIMINO, GIANNI DI SANTO, MARIELLA GREGORIO NARDO, FEDERICO IMPALA’, GIACOMO PRINZI, FILIPPO TRIPOLI”.

 

 

Comments

 

 

Oggi niente approvazione del bilancio di previsione, per il duplice abbandono dell’aula consiliare  da parte dell’opposizione facendo cosi mancare il numero legale. Si dovrebbe proseguire domani. Ovviamente adesso incominciano ad arrivare gli opposti comunicati stampa . Da parte nostra daremo spazio al loro rispettivo modo di pensare, per poi approfondire il tutto invitando le opposte parte politiche ad un dibattito televisivo. Il primo comunicato è del sindaco Aquino, pubblicandolo integralmente in attesa di fare la stessa cosa con l’eventuale invio da parte dell’opposizione. Il primo cittadino   a nome suo e della maggioranza : “Esprimiamo sincero rammarico per l’ennesimo incomprensibile abbandono dell’Aula (peraltro avvenuto due volte nel corso della medesima seduta) da parte dell’opposizione consiliare. Non comprendiamo infatti le ragioni di un comportamento che non pare andare oltre lo sterile ostruzionismo, finalizzato solo a ritardare il momento in cui l’Ente si doterà del Bilancio di previsione, strumento indispensabile per una più efficace azione amministrativa. Al di là del fisiologico dibattito, con posizioni anche accesamente contrapposte, infatti, non ci sembra questo il modo migliore di rendere servizio ai cittadini elettori. Avremmo preferito continuare a dibattere, anche in maniera serrata se necessario, per proporre soluzioni ai problemi della Città. Ribadiamo pertanto l’impegno deciso e determinato della maggioranza, coesa e compatta, nel supportare l’Amministrazione nella propria attività. Invitiamo la Giunta a procedere celermente e con decisione all’utilizzo delle cospicue risorse previste nel Bilancio di previsione per la realizzazione degli importanti investimenti di cui la Città ha urgente bisogno. Il nostro sostegno non mancherà”.

Il direttore responsabile di Omnia News

 Carmelo Ferro

 

 

Comments

 

 

firmato da Tripoli, Cimino, Gregorio Nardo, Impalà, Di Santo.

Il dibattito in aula sul bilancio di previsione –si legge nel comunicato -  è il momento più importante nella vita amministrativa di un paese,dove controllori (consiglio comunale) e controllati (amministrazione),dibattano sulla programmazione e sullo sviluppo di una comunità.

 I consiglieri d’opposizione, vogliono concentrare la discussione politica del consiglio comunale di domani,  su temi importanti quali: sicurezza(protezione civile),scuole,servizi sociali e arredo urbano, investendo   importanti  risorse economiche in questi settori della cosa pubblica; è chiaro che nel rispetto dei ruoli, questa minoranza intende dire la sua  dando voce, nella sede opportuna alle istanze  della cittadinanza Pattese ,che gli stessi sono onorati di  rappresentare. Sono diversi gli emendamenti che l’opposizione ha già presentato e che domani saranno oggetto di dibattito in aula,che vanno: dall’acquisto di moduli anti-incendio(50.000.00),alla progettazione e al restauro di importanti piazze e luoghi turistici del nostro territorio come P.zza Quasimodo(150.000.00),P.zza Garibaldi e P.zza Pigafetta(150.000.00),dall’acquisto di arredo e attrezzatura per le scuole e la refezione scolastica(50.000.00),alla realizzazione di due parco giochi a Locanda e Scala(20.000.00),  ed alla realizzazione della tanto decantata linea del metano in contrada Mustazzo(50.000.00),tutti emendamenti importanti e sui  quali l’opposizione intende confrontarsi in consiglio e con l’amministrazione.

 L’opposizione -conclude la nota -  preannuncia di sicuro una linea comune sui lavori d’aula, dettata certamente dalla condivisione di importanti emendamenti che guardano alla programmazione futura della nostra città,ad una maggiore efficienza nella sicurezza, ed ad  una reale considerazione dei più piccoli e delle loro famiglie.

In merito al voto dello strumento di programmazione(bilancio 2017) giocherà un ruolo importante il dibattito in consiglio comunale,nella speranza di trovare un esecutivo lontano dalle appartenenze politiche e più vicino alle esigenze della gente, che sempre di più va cercando una classe politica responsabile che fino ad oggi stenta a trovare.

 

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431