I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Politica

 

 

In merito all'articolo comparso sul vostro ormai seguitissimo quotidiano online circa le dichiarazioni del consigliere Tripoli, mi preme l'obbligo, in qualità di assessore all'urbanistica, confermare l'impegno assunto da questa amministrazione sulla riqualificazione del centro storico a partire dal quartiere Sant'Antonio. Impegno assunto in passato dall'amministrazione Aquino grazie alla caparbia tenacia nello sbloccare ed impegnare gli ormai residui ed inutilizzati fondi del terremoto dell'aprile 1978. La maggioranza ha quindi programmato da tempo questa iniziativa ed oggi, in sede di predisposizione del bilancio, tutti convintamente, si è giunti ad impegnare la cifra dei 200000 euro per il ripristino della viabilità e dei sottoservizi di questo importante quartiere cittadino. Tutto ciò si è reso possibile anche grazie al lavoro degli uffici che hanno predisposto, già prima dell'arrivo del sottoscritto, il relativo progetto esecutivo. Capisco il fervore di tutti i consiglieri, anche di opposizione, nello sposare una causa così importante, ma nello specifico, nella speranza che i lavori possano andare a buon fine, bisogna di certo ringraziare i consiglieri di maggioranza che hanno sostenuto e spronato costantemente l'amministrazione affinché l'impegno assunto nel recente passato potesse essere mantenuto. Questo è il primo passo di un percorso che porterà novità di grande portata per il nostro centro storico. A breve seguiranno altre iniziative di tenore maggiore.

 

Comments

 

 

Comunicato stampa del consigliere di opposizione Giovanni Di Santo

Non tutti i cittadini pattesi sono uguali.

Esistono cittadini di serie A e di serie B,a pagare sempre sono i residenti delle frazioni,questo è emerso dall’ultimo dal consiglio comunale.

Faccio riferimento all’ennesima bocciatura di una mozione riguardante la sistemazione dei pali fotovoltaici presenti sul territorio del comune di Patti.

Da diversi anni il sottoscritto consigliere comunale Di Santo Giovanni ha portato all’attenzione dell’Amministrazione tale problema,proponendo emendamenti ai bilanci di previsione, alcuni votati all’unanimità ma mai attuati Dall’amministrazione. In particolare, le somme stanziate in bilancio sono state spese nel centro della Città. Altri bocciati dalla maggioranza consiliare nascondendosi dietro la dicitura( per scelta politica),infine ieri una mozione nella quale si chiedeva non la trasformazione dei pali ma soltanto la sistemazione, considerato che da più anni non sono funzionanti. Ancora una volta una bocciatura da parte della maggioranza consiliare incurante di coloro che pur pagando le tasse come tutti i cittadini pattesi non possono usufruire degli stessi servizi,dispiace solo che un consigliere che dovrebbe avere molto a cuore le frazioni si fa trascinare ,assoggettandosi assieme ai suoi colleghi al voler di un Sindaco che visto la manciata di voti riguardanti le zone servite dal fotovoltaico non ritiene giusto sistemarli lasciando al buio i residenti,ricordando a tutti i consiglieri comunali, che nascondendosi dietro l’astensione aumenta ancora di più la presa in giro per coloro già considerati di serie B, poiché il nuovo regolamento comunale considera l’astensione voto contrario.

 

 

Comments

 

 

"Il continuo interesse per il centro storico mi ha premiato ed a cascata premia i cittadini che lo vivono giornalmente,con tanti disagi,risultato dell'incuria politica degli ultimi 20 anni,ma sempre orgogliosi della storia che lo stesso rappresenta per tutta la città di Patti." Lo dice  il consigliere Tripoli, all'esito di una precisa richiesta affinché si riqualifichi lo storico quartiere,oggi abbandonato,ma che rappresenta  per tutti i residenti di quella via, uno dei quartieri storici di Patti,sede della Confraternita di Sant'Antonio Abate, e dell'omonima e storica Chiesa.” Il risultato ottenuto ad una mia precisa richiesta, sulla scia di quanto già richiesto nella scorsa legislatura, è l'avvio a strettissimo giro di una gara per l'importo di 200 mila euro che vedrà il rifacimento del manto stradale e di tutti i sotto servizi,ivi compresi l'arredo urbano.

 Questo l'impegno assunto ieri dal Sindaco in consiglio comunale dopo una precisa sollecitazione  di Tripoli, che poi aggiunge:  " Eserciterò senza pausa la mia funzione di indirizzo e controllo su tutto, ma quella della riqualificazione del centro storico ,partendo da Sant'Antonio, scendendo via via verso piazza Marconi, senza tralasciare San Michele e Pollini,è una priorità ,considerando che i residui post terremoto ammontano a oltre un milione di euro, ritengo che se ci impegniamo tutti la riqualificazione di altre aree può diventare realtà. Intanto incassiamo questo, risultato augurandoci che tutto fili liscio senza intoppi e lungaggini burocratiche".

 

 

Comments

 

 

La partecipazione di Renato Accorinti al corteo di Giardini Naxos degli “antagonisti” contro il G7 pone un problema di legittimità e rappresentatività istituzionale del suo ruolo di sindaco della città metropolitana. La manifestazione ha avuto una netta caratterizzazione “antagonista” e quindi anarchica e trotskista che contempla una contestazione netta e radicale di tutti i cosiddetti “poteri”, compreso lo Stato nelle sue manifestazioni e nelle sue rappresentanze territoriali e locali, e quindi anche istituzioni quali le Regioni, le Città Metropolitane ed i Comuni.

“Senza entrare nel merito di un comportamento personale totalmente incoerente e continuamente alla ricerca di visibilità,  con sceneggiate che stridono con la funzione istituzionale – commenta il Senatore Bruno Mancuso – e che si basano su meri luoghi comuni (qualsiasi persona di buonsenso è per la pace e contro la guerra), ci chiediamo come possa Accorinti dare il benvenuto della Città metropolitana ai partecipanti al G7 con un'inserzione (probabilmente a pagamento) pubblicata sulla stampa, e pochi giorni dopo partecipare alla manifestazione contro gli stessi Capi di Stato, caratterizzata da slogan che sottendono avversione verso le istituzioni.
   Come Sindaco di Messina – prosegue Mancuso – Accorinti ha avuto comunque una legittimazione popolare, anche se è stato eletto da moltissimi cittadini messinesi che non condividono le sue iniziative antisistema, ma come sindaco della Città metropolitana non è stato espressione di una scelta democratica, ma di un’imposizione derivante da una legge assurda ed antidemocratica. Inoltre la stragrande maggioranza dei cittadini dell'intero territorio provinciale (su circa 670.000 abitanti solo 240.000 risiedono a Messina) non si riconosce minimamente nelle sue prese di posizione.
   Sarebbe dunque opportuno – conclude Mancuso – che Accorinti con coerenza e dignità lasciasse la carica di Sindaco della Città Metropolitana magari dopo l'ennesima passerella mediatica in cui avrà modo di esaltare il suo protagonismo presenzialista, data dalla riunione organizzata dall'Anci, dei Sindaci delle città metropolitane del Sud, durante la quale darà il suo benvenuto ad alcuni di quei rappresentanti che, nella marcia di Giardini aveva contestato.

 

Comments

 

 

Alle ore 9:25 del 17 maggio, il Movimento Politico AnnoZero ha presentato la propria lista per le imminenti elezioni amministrative dell’11 giugno. Dieci consiglieri e due assessori con candidato a sindaco il Prof. Nicola Belfiore.

Carmela Pantano ed Italo Toni gli assessori designati; Patrizia Todaro, Luigi Pantano, Rosalia Nasisi, Carmelo D’amico, Giulio Iacovacci, Cettina Lo Presti, Cinzia Mafali, Carmela Pantano, Nicola Belfiore ed Italo Toni i consiglieri candidati.

Sarà AnnoZero, dunque, a fronteggiare l’attuale sindaco Filippo Taranto, dopo mesi in cui si prospettava all’orizzonte una campagna elettorale con tre liste, “sogno” svanito dopo la progressiva eliminazione dei candidati a sindaco e componenti vari della terza lista. I nominativi proposti da AnnoZero sono nella loro quasi totalità gli stessi scelti dai cittadini con le consultazioni popolari avviate online qualche settimana fa che hanno visto la partecipazione di ben 480 votanti. Nicola Belfiore primo assoluto con il 56% dei consensi come possibile candidato a sindaco è stata la scelta della gente.

AnnoZero, affacciatosi sulla scena politica montalbanese quattro anni fa, ha seguito in questi anni un graduale percorso di coerenza e chiari obiettivi, un gruppo unito e compatto che, contro tutte le aspettative, si è lasciato alle spalle i vari “scienziati” che negli ultimi mesi hanno cercato di innalzare montagne enormi per contrastare l’attuale sindaco Filippo Taranto, finendo in conclusione schiacciati dalle stesse. Questo quanto affermato dal Movimento: “Nessuno si aspettava che l’unico gruppo a contrastare il Sindaco Taranto sarebbe stato AnnoZero. Contro tutte le aspettative ci siamo riusciti. Metteremo il cuore, l’impegno, il lavoro, l’entusiasmo, la volontà e la determinazione che ci contraddistinguono. 

 

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431