I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Sport

 

Una Saracena Volley perfetta doma il Team Volley Messina

 

Quando si gioca con il cuore si possono ottenere grandi risultati. Lo sanno bene le ragazze de La “All Work” Saracena Volley che disputando una gara quasi perfetta hanno battuto le più quotate avversarie del Team Volley Messina. Una partita intensa, in cui entrambe le compagini hanno lottato dando spettacolo ed offrendo un elevato livello di gioco. Le ragazze del presidente Luca Leone sono scese in campo concentrate ed hanno sopperito, con la grinta ed il cuore, al gap tecnico con le avversarie. La voglia di vincere, la mentalità positiva, il duro lavoro settimanale, le indicazioni di mister Mauro Silvestre sono stati gli ingredienti che hanno fatto la differenza e consentito di condire la vittoria con una prestazione superlativa. In sintesi una grande prova di carattere per tutte le giocatrici della Saracena Volley che, archiviando l’obiettivo stagionale di una salvezza tranquilla raggiunta adesso matematicamente, possono guardare al proseguo del campionato con rinnovato ottimismo e con la consapevolezza che tante altre soddisfazioni possono essere conquistate. La vittoria per 3-0 (25-23; 25-21; 25-21) è stata ampiamente meritata e frutto di un lavoro di squadra che ha visto tutte le atlete lottare sino alla fine per compiere l’impresa che lascia aperta la strada ai sogni.

L’avvio di gara non era stato dei migliori. Le ragazze di mister Mauro Silvestre sono scese in campo subendo troppo la pressione per l’impegnativo match contro una delle formazioni più forti del torneo. Il Messina vola subito avanti 0-5 costringendo il tecnico argentino a chiamare subito il time out. Ma la sospensione non sembra procurare buoni frutti ed il Team Volley allunga ancora (1-7). Quando sembrava che la gara potesse prendere una piega sfavorevole arriva la reazione e la rimonta (5-7) sino al 9-9. E si inizia a giocare punto a punto, combattendo su ogni palla in una gara dall’alta tensione adrenalinica. Il primo set si chiude sul 25-23 e le ragazze di mister Sivestre iniziano a prendere consapevolezza del loro potenziale. Il Team Volley appare nervoso e sembra aver subito il colpo. Gli altri due parziali hanno praticamente un andamento identico con le due formazioni che lottano punto a punto fino all’accelerata finale delle padrone di casa che, con cuore, mente e grinta compiono l’ennesima impresa di questa favolosa stagione.

«Una bellissima vittoria contro un’avversaria quotata – ha commentato il presidente Luca Leone. Volevamo questi tre punti che rappresentano il premio per il lavoro svolto dalla squadra. Sin dai primi giorni di questa stagione tutte le atlete, il mister e la dirigenza hanno sempre dato il massimo. Questo risultato ci consente di rimanere aggrappati al treno delle prime della classe. Non dobbiamo mai perdere di vista che il nostro obiettivo stagionale era una salvezza tranquilla che adesso abbiamo conquistato matematicamente. Arrivati a questo punto della stagione non abbiamo più nulla da perdere. Scenderemo sempre in campo con la massima concentrazione e la voglia di vincere nella speranza di poterci prendere qualche altra bella soddisfazione. Mi sento in dovere di ringraziare tutte le atlete per i sacrifici che ci hanno permesso di ottenere questi risultati ed il mister Silvestre che sta svolgendo un ottimo lavoro ed a cui va gran parte del merito per quanto fatto fino adesso dalla squadra».

Soddisfatto anche il tecnico argentino. «Sono naturalmente felice per il risultato ottenuto. Per noi era una partita difficile, come del resto tutte le gare che abbiamo disputato e che dovremo ancora giocare, per il fatto che abbiamo un organico ridotto. Tutte le ragazze hanno dato il massimo e sono riuscite a giocare con il cuore caldo e la testa fredda. E questo era fondamentale. L’aspetto positivo è stata proprio la reazione dopo l’avvio di gara che aveva visto il Team Volley partire subito forte. Oggi abbiamo dimostrato che se ci crediamo possiamo giocare una buona pallavolo, basta solo a mettere a frutto il lavoro svolto nel corso della settimana. A volte questo è possibile farlo, altre volte no. Adesso sono felice per quanto mostrato da tutte le mie atlete e pensiamo a goderci la vittoria. Lunedì archivieremo tutto e torneremo in palestra a lavorare ed a pensare al prossimo impegno».

 

SARACENA VOLLEY – TEAM VOLLEY MESSINA 3 – 0 (25-23; 25-21; 25-21)

Saracena Volley: Reitano, Magistro, Foraci Va., Merlo, Sergi, Agnello I., Ferraccù, La Monica, Agnello N., Foraci Ve. (l1), Caruso (l2). All. Mauro Silvestre.

Team Volley: De Domenico, Recupero, Tsankova, Bitto, Ingrosso, Saporito, Miranda, Siracusano, Ragonese, Letizia (l1), Natoli (l2). All. Flavio Ferrara

 

 

 

Comments

 

Un'altra bella notizia per quanto concerne il mondo della pallacanestro femminile di Patti. La cestista Sara Sciammetta parteciperà al raduno della nazionale under 15. È arrivata infatti la convocazione che la vedrà impegnata dal 17 al 20 marzo prossimo presso il centro di preparazione olimpica di Roma. Una chiamata non tanto inaspettata in quanto va a premiare i tanti sacrifici, allenamenti e viaggi in questi soli 5 anni di pallacanestro tra le fila della società Alma Basket. La stessa società e la sua allenatrice Mara Buzzanca, sono orgogliosi di questa convocazione, punto di partenza per Sara Sciammetta che le fa onore e le da merito per quanto dimostrato sino adesso nell'ambito del basket giovanile femminile. Una ragazza promettente e di sicuro avvenire per le doti e le qualità che possiede. Esempio per le sue coetane quindicenni, Sara Sciammetta è fermamente convinta di poter riuscire, grazie anche alla sua caparbietà e tenacia. E allora, da tutti gli appassionati di basket, ma non solo, un in bocca al lupo alla pattese Sara.

 

Comments

 

 

La All Work Saracena Volley riprende il suo cammino in campionato, dopo la pausa, con una vittoria. Le ragazze di mister Mauro Silvestre battono il Volley 96 Milazzo per 3-0 (25-20; 25-16; 25-12) e conquistano il quarto posto in classifica.

Le padrone di casa, in avvio di gara, sono apparse poco concentrate ed hanno permesso alle avversarie di giocare con molta tranquillità e senza pressione. Buona la prestazione del team di Franco Salmeri che, con l’organico più giovane del torneo, ha ben figurato mostrando, tra l’altro, un buon gioco e mettendo in evidenza le individualità di alcune atlete particolarmente interessanti.

L’avvio di gara è stato particolarmente equilibrato. Il primo set è stato giocato punto a punto sino al 12-12. Poi l’accelerata della Saracena Volley che ha chiuso avanti la frazione 25-20. Stesso copione nel secondo set fino al 15-15 ed il break di Foraci e compagne che ha permesso di chiudere il parziale sul 25-16.

Tutta un’altra storia nel terzo set con le atlete di mister Mauro Silvestre che hanno giocato con maggiore tranquillità andando avanti prima 13-7 e poi 20-11. A questo punto il tecnico argentino ha dato spazio alle under aggregate alla prima squadra chiudendo la frazione con tutte e quattro le piccole atlete schierate contemporaneamente. Ilenia Agnello, Gloria Anastasi, Desy Tumeo e Sabrina Caruso, emozione a parte, hanno ben figurato evidenziando gli ottimi progressi maturati da inizio stagione. Ottima anche la prestazione della palleggiatrice Antonella Magistro che ha avuto modo di giocare per buona parte della gara alternata in regia a Carmen Sergi.

Archiviata la pratica Volley 96 adesso l’attenzione è rivolta al big match del prossimo fine settimana che vedrà la Saracena ospitare il Team Volley Messina.

 

SARACENA VOLLEY – VOLLEY 96 3 – 0 (25-20; 25-16; 25-12)

Saracena Volley: Reitano, Magistro, Foraci Va., Merlo, Sergi, Agnello I., Ferraccù, Anastasi, Agnello N., Tumeo, Foraci Ve. (l1), Caruso (l2). All. Mauro Silvestre.

Volley96: Merrina E., Di Bella, Napoli, Guadagnini, La Fauci, Cicciari, Milazzo, Formica, Tascone, Cambria (l1), Merrina G. (l2). All. Francesco Salmeri

Comments

 

Doveva essere vittoria e vittoria è stata. Grande prestazione dello Sport È Cultura Patti che batte 77-74 il Basket Scauri grazie ad una grande prova di squadra. Con questo risultato la squadra di coach Sidoti consolida la quartultima posizione in classifica a quota 14 punti, sfruttando le sconfitte di Viterbo e Maddaloni, aspettando il match fra Stella Azzurra e Teramo, recupero della 17esima giornata.
La squadra di casa parte con Gullo, Busco, Bolletta, Costantino e Cicivè. Scauri risponde con Richotti, Merella, Boffelli, Osmatescu e Antonietti. In avvio l”andamento del match sembra abbastanza equilibrato con le due squadre che rispondono colpo su colpo, poi due triple di Gullo provano a far scappare Patti che sembra essere partita col piglio giusto, 23-9 il primo parziale. Con Boffelli un po’ appannato durante la prima metà del match, è Richotti a dare la sveglia ai suoi, guidando gli scauresi alla rimonta, rimanendo a stretto contatto alla fine del primo tempo. 34-33 dopo 20′ di gioco. Il match è in equilibrio, Scauri sembra ritrovare pian piano ritmo offensivo e lo Sport È Cultura sa bene di non dover dare troppe certezze agli avversari per portare a casa la vittoria. Gullo, Costantino e Bolletta realizzano canestri importanti, Boffelli tiene in scia i suoi ma a fine terzo quarto la squadra di casa è a +7 (58-51). Scauri tenta il tutto per tutto nell’ultima frazione alzando la pressione nella metà campo difensiva e, nei primi minuti, mette paura a Patti grazie ad un parziale di 3-12 che regala il vantaggio agli ospiti a 6′ dal termine. Con Cicivè fuori per raggiunto limite di falli, Patti mette tutto in campo e reagisce da grande squadra. È Gullo a decidere il match, grazie a 3 triple pesantissime, specialmente l’ultima a 39” dalla fine del match, canestro che vale il 76-72. Nel finale la squadra ospite riesce solo ad accorciare le distanze e i pattesi vendicano la pesante sconfitta dell’andata conquistando due fondamentali punti per la salvezza.
Grandissima partita dello Sport È Cultura. Gullo, non ancora al top della condizione, ha sfoderato una partita di cuore, realizzando canestri e assist decisivi, Busco e Bolletta hanno spadroneggiato a rimbalzo (10 a testa alla fine del match) ma anche finalizzando in attacco, Cusenza e Waldner hanno dato un apporto fondamentale dalla panchina, entrando subito bene in partita, il capitano Costantino sempre più stoico e leader della squadra. Senza Nino Sidoti, ancora fuori per infortunio, bisognava che tutti dessero qualcosa in più e così è stato. Coach Sidoti può ritenersi soddisfatto. Con una squadra così focalizzata sull’obiettivo l’impresa della salvezza non sembra poi così lontana, questo gruppo può decisamente farcela e, grazie alla pausa dovuta alla Coppa Italia dal 3 al 5 marzo, lo staff tecnico potrà lavorare molto bene in allenamento per arrivare alla prossima gara in trasferta contro la Luiss Roma (sabato 11 marzo, ore 18.00) nelle migliori condizioni e provare a portare a casa altri due punti indispensabili .

Tabellini: 77-74 (23-9, 11-24, 24-18, 19-23)

Sport è Cultura Patti: Daro Gullo 20 (1/3, 6/11), Luca Bolletta 17 (7/11, 1/5), Giuseppe Costantino 11 (1/2, 1/3), Giorgio Busco 8 (4/5, 0/1), Patrisio Cicivè 8 (4/10, 0/0), Kevin Cusenza 6 (1/3, 0/3), Enrico Waldner 5 (2/4, 0/0), Alessandro Sidoti 2 (1/2, 0/0), Antonino Sidoti 0 (0/0, 0/0), Gianluca Ettaro 0 (0/0, 0/0).  All. Pippo Sidoti

Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 38 17 + 21 (Luca Bolletta, Giorgio Busco 10) – Assist: 21 (Daro Gullo 8)

Basket Scauri: Dante Richotti 25 (7/11, 0/0), Santiago Boffelli 21 (5/7, 2/4), Joshua Giammo 10 (0/1, 2/8), Victor Osmatescu 6 (3/8, 0/0), Enrico Merella 6 (0/1, 2/7), Alexandru Varga 4 (2/3, 0/0), Luca Antonietti 2 (1/1, 0/2), Corso Innocenti 0 (0/0, 0/1), Francesco Pimpinella 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Scampone 0 (0/0, 0/0).  All. Renato Sabatino

 

Tiri liberi: 20 / 25 – Rimbalzi: 25 7 + 18 (Dante Richotti 7) – Assist: 13 (Dante Richotti 10)

Comments

 

Non bastano due quarti giocati a buon livello a Patti per portare a casa la vittoria dal “Pala Iaia” di Palestrina. I prenestini sono stati capaci di condurre per tutta la gara, allungando soprattutto nella seconda frazione del match, realizzando parziali importanti. Con questa sconfitta Patti scivola al quartultimo posto in classifica, superata dalla Vis Roma (vittoriosa in casa con Cassino).
Palestrina parte con Rischia, Rossi, Molinari, Serino e Vangelov. Patti risponde con Gullo, Busco, Bolletta, Costantino e Cicivè. Cicivè apre le danze in attacco ma la squadra di coach Lulli reagisce subito con un parziale di 14-0 e fa capire di voler fare sul serio dopo la sconfitta a Scauri. Gullo (al rientro) e soci reagiscono e un canestro più fallo di Busco sul finale di quarto permette allo Sport È Cultura di rimanere in scia (16-9). Tre bombe dei padroni di casa aprono subito il secondo quarto e in poco tempo i ragazzi di coach Sidoti scivolano sul -18 (37-19) ma un contro-parziale di 10-0 firmato Cusenza-Waldner-Gullo rimette in partita Patti che chiude il primo tempo di gioco sul 37-29. Al rientro Waldner sigla il canestro del -6 ma Palestrina non ci sta e reagisce da grande squadra con un pesante parziale di 22-7 e il terzo quarto si chiude sul 59-42. Durante l’ultima frazione non cambia molto, Palestrina riesce a mantenere il vantaggio alzando l’intensità in difesa e il divario fra le due squadre rimane pressoché invariato. La vittoria per i prenestini è ormai acquisita, coach Sidoti decide di dare spazio al resto del roster nel finale di gara e il match si chiude con un netto 82-50.
Quinta sconfitta consecutiva per lo Sport È Cultura che non è mai riuscita a trovare il ritmo offensivo durante la gara (1/21 da tre punti), subendo la fisicità di Palestrina soprattutto sotto le plance (43 rimbalzi per i padroni di casa, 26 per Patti). Senza Nino Sidoti, con Gullo ancora fuori dalla migliore forma fisica e contro una squadra di questo livello ci voleva una vera e propria impresa che, purtroppo, non si è realizzata. Tuttavia alcuni segnali si sono visti, soprattutto nel primo tempo, con un parziale sul finale del secondo quarto di 10-0. La squadra ha lasciato intravedere uno spiraglio di luce e il prossimo match casalingo contro Scauri sarà un ulteriore test per coach Sidoti e il suo staff. In questo momento del campionato e con poche partite casalinghe ancora da giocare, il supporto della città e del pubblico sarà fondamentale per far sì che il PalaSerranò torni ad essere un campo temibile per tutti.

Tabellini: 82-50 (16-9, 21-20, 22-13, 23-8)

Citysightseeing Palestrina: Gianmarco Rossi 20 (2/3, 4/8), Davide Serino 16 (4/6, 1/3), Luca Montanari 11 (2/3, 1/2), Nikolai Vangelov 8 (4/7, 0/0), Dario Molinari 8 (2/2, 1/3), Filippo Gagliardo 8 (3/5, 0/1), Simone Rischia 6 (2/6, 0/1), Riccardo Pederzini 5 (0/2, 0/0), Daniele Brenda 0 (0/0, 0/1), Gianluca Stirpe 0 (0/0, 0/0).  All. Gianluca Lulli

Tiri liberi: 23 / 29 – Rimbalzi: 40 8 + 32 (Davide Serino 10) – Assist: 21 (Gianmarco Rossi, Simone Rischia 5).

Sport è Cultura Patti: Giorgio Busco 14 (5/9, 0/3), Enrico Waldner 12 (4/6, 0/0), Giuseppe Costantino 7 (3/5, 0/5), Patrisio Cicivè 7 (3/9, 0/0), Daro Gullo 5 (1/4, 1/6), Kevin Cusenza 3 (1/2, 0/2), Luca Bolletta 2 (1/4, 0/4), Alessandro Sidoti 0 (0/1, 0/1), Gianluca Ettaro 0 (0/0, 0/0), Antonino Sidoti 0 (0/0, 0/0).  All. Pippo Sidoti

 

Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 21 8 + 13 (Kevin Cusenza 5) – Assist: 11 (Daro Gullo 4).

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431