I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Sport

 

 

 

Dopo cinque sconfitte di fila torna alla vittoria lo Sport È Cultura Patti che batte fra le mura amiche il Basket Barcellona con il risultato di 79-72. Un bel derby, intenso e combattuto, dove la squadra di coach Sidoti è stata anche sotto di 14 punti nel terzo quarto ma ha saputo reagire da grande squadra e ribaltare il risultato nell’ultima frazione. Con questo risultato Patti sale a quota 6 punti e può partire per l’imminente trasferta di Forlì con un sorriso in volto.
Lo Sport È Cultura parte con Gullo, Nino Sidoti, Bolletta, Costantino e Cicivè. Barcellona risponde con Rodriguez, Grilli, De Angelis, Sereni e Brunetti. L’avvio è equilibrato, Cicivè da un lato e Grilli dall’altro entrano subito in partita, ma nel finale di quarto un parziale di 0-10 della squadra di coach Nisic caccia indietro Patti, 17-27 la prima frazione. Il derby si accende, sale l’intensità difensiva della squadra di casa, Busco esce dalla panchina con la grinta necessaria e guida i suoi alla rimonta impattando il match sul 36-36, ma un lay-up di Rodriguez chiude il primo tempo sul +2 Barcellona, 36-38. Al rientro le mani per Patti si raffreddano, le percentuali calano e in un amen lo Sport È Cultura vede i mostri delle partite passate, soprattutto quando Grilli realizza il canestro del +14. Gullo e Busco non ci stanno, la reazione c’è e il terzo quarto si chiude sul 51-61. Nell’ultima frazione la squadra di coach Sidoti entra sul parquet con il coltello fra i denti e un parziale iniziale di 9-0 (60-61) costringe coach Nisic a chiamare timeout. Barcellona subisce il colpo, il pubblico di casa si fa sentire e quando Busco e Gullo realizzano le triple del +5 (74-69) a 3′ dalla fine il PalaSerranò è una bolgia! Lo Sport È Cultura non sbaglia nulla in difesa, Barcellona prova a rimanere agganciata al match nel finale di gara ma i tentativi di Rodriguez e Brunetti dall’arco non vanno a buon fine. La partita si chiude sul 79-72 e il pubblico può festeggiare insieme ai suoi beniamini un vittoria in un derby emozionante.
Una Patti bella e cinica che ha dimostrato di essere un gruppo coeso e di saper giocare da squadra, soprattutto nei momenti decisivi. Un derby di questa intensità non si può portare a casa senza l’apporto di tutti e, infatti, è difficile fare una menzione speciale. Chi è entrato in campo ha dato un contributo fondamentale al raggiungimento di questo risultato. Gullo, Cicivè e Busco sono stati fenomenali realizzando 63 punti in tre ma anche Bolletta e Costantino hanno aiutato la squadra grazie alle loro perfette rotazioni difensive. Babilodze, Nino Sidoti e Waldner sono stati importanti sia in attacco che in difesa, facendo sì che Barcellona non scappasse in alcuni momenti della partita. Insomma, grazie a tutti: ai tifosi che sono stati unici e calorosi, a chi non è entrato in campo e ha incitato i propri compagni dall’inizio fino alla fine, allo staff tecnico che ha preparato benissimo il match durante la settimana, questa è la vittoria e la gioia di tutti. Dopo questa soddisfazione si riparte subito. Domani sera infatti si gioca una gara con una squadra forte che in casa non perde dal 15 ottobre contro la Vis Roma: Tigers Forlì. I ragazzi sono già in viaggio, carichi e vogliosi di portare a casa una vittoria per realizzare un’altra impresa in vista del match casalingo della settimana prossima contro la Vis Roma. Appuntamento domani 10 dicembre alle ore 21.00 al Palasport “Villa Romiti” di Forlì, e ovviamente potrete seguire gli aggiornamenti del match sui nostri social e tramite il netcasting sul sito della LNP.

Tabellini: 79-72 (17-27, 19-11, 15-23, 28-11)

Sport È Cultura Patti: Daro Gullo 25 (1/1, 6/11), Patrisio Cicivè 22 (9/9, 0/0), Giorgio Busco 14 (3/3, 2/3), Luca Bolletta 7 (2/4, 1/3), Giuseppe Costantino 4 (2/4, 0/3), Levan Babilodze 4 (2/4, 0/1), Antonino Sidoti 3 (1/1, 0/2), Enrico Waldner 0 (0/0, 0/0),  Alberto Mazzullo n.e., Alessandro Sidoti n.e.

Tiri liberi: 12 / 18 – Rimbalzi: 22 2 + 20 (Patrisio Cicivè, Luca Bolletta, Giuseppe Costantino 4) – Assist: 19 (Daro Gullo 7)  All. Pippo Sidoti

Basket Barcellona: Luigi Brunetti 20 (1/3, 4/6), Daniele Grilli 19 (3/5, 3/6), Marco De angelis 13 (3/3, 2/6), Yancarlos Rodriguez 12 (2/2, 2/7), Fabio Stefanini 4 (1/2, 0/3), Michael Teghini 4 (1/1, 0/2), Giacomo Sereni 0 (0/2, 0/1), David Paunovic 0 (0/0, 0/1), Andrea Piperno n.e., Giuseppe Ippedico 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Varotta n.e.

Tiri liberi: 17 / 22 – Rimbalzi: 18 2 + 16 (Luigi Brunetti 5) – Assist: 18 (Marco De angelis, Yancarlos Rodriguez 5)  All. Milan Nivic

Dario Caranna
Ufficio stampa Sport È Cultura Patti

Comments

 

 

La All Work Saracena Volley infila la terza vittoria consecutiva in trasferta e, dopo quattro gare, si piazza al terzo posto in classifica provvisoria in coabitazione con il Messina Volley.

Le ragazze del presidente Luca Leone si sono imposte sul Volley 96 Milazzo piazzando un importante 0-3 (25-27; 16-25; 21-25) giunto in situazione di emergenza a causa dell’assenza di Annalisa Reitano influenzata e delle non perfette condizioni fisiche della palleggiatrice Carmen Sergi. 

L’inizio del match parla Milazzo con le giocatrici di mister Francesco Salmeri che partono subito forte portandosi avanti 4-0 ed allungando 7-2 dopo pochi minuti costringendo coach Mauro Silvestre a chiamare time out. Una lieve reazione della Saracena porta la parità sul 10-10, ma sono le mamertine a continuare a condurre il gioco raggiungendo il 24-17 pronte per chiudere il set. Ma la forza del gruppo della Saracena esce fuori quando meno te lo aspetti e con un sorprendente break di 0-7 hanno ribaltato l’esito del parziale chiudendo 25-27. 

Il secondo set non ha avuto storia con le atlete di mister Silvestre che hanno giocato in maniera quasi perfetta (16-25), mollando leggermente nella terza frazione ma controllando senza mai essere impensierite dalle avversarie e con un 21-25 finale che evidenzia la continua crescita mentale e fisica della squadra. 

«Non ho mai nascosto che ritenevo questa partita molto difficile – ha commentato mister Mauro Silvestre. Non ci eravamo allenato molto bene in settimana e questo lo abbiamo pagato. Il primo set abbiamo sofferto, ma siamo riusciti a recuperarlo ed a vincere in un momento di difficoltà. Sapevamo che sarebbe stato più complicato del previsto considerando anche l’assenza di Annalisa Reitano e le non perfette condizioni fisiche di Carmen Sergi. Però sono soddisfatto perché abbiamo dimostrato di essere una squadra e questo ci dà un valore aggiunto».

La forza del gruppo è sottolineata anche da Carmen Sergi. «Abbiamo avuto un inizio un po’ incerto - – ha detto – anche per il fatto che non eravamo al completo, ma chi è stato chiamato in causa ha risposto benissimo ed ha permesso alla squadra di uscire da una situazione complicata come quella del primo set. Abbiamo dimostrato di essere un gruppo coeso e di avere tutte le carte in regola per fare un buon campionato. Contro il Milazzo abbiamo conquistato tre punti fondamentali sapendo che la prossima settimana andremo a confrontarci con una delle squadre più forte del girone allestita per la promozione, ma che affronteremo dando il massimo».

 

Volley 96 Milazzo - Saracena Volley 0-3 (25-27; 16-25; 21-25)

Volley 96: Di Bella, Cicciari, Guadagnini, Napoli, Tassone, Merrina E., La Fauci, Milazzo, Merrina G (l1), Cambria (l2). All. Francesco Salmeri

Saracena Volley: Taviano, Tripi, Magistro A., Foraci Va., Merlo, Sergi, Agnello A., Ferraccù, Magistro E., Agnello I., Agnello N., Foraci Ve. (l1), Caruso (l2). All. Mauro Silvestre.

Comments

 

 

Dopo la bella e importante vittoria sul campo del Furnari, la Nuova Rinascita Patti sara' impegnata, domenica 13 novembre, alle ore 14.30, al "Gepy Faranda", contro l'Aquila Bafia. Si tratta di una sfida di alta classifica nella quale la squadra pattese tenterà di confermare quanto di buono ha fatto sin qui dall'inizio di campionato. Oltre a conquistare i tre punti, la compagine di mister Giarrizzo, vorrà dare un segnale inequivocabile innanzitutto a stessa ma soprattutto alle avversarie. La Nuova Rinascita ha tutte le carte in regola per ambire a traguardi che vanno oltre la permanenza in prima categoria. Dotata di un organico di un certo livello nulla è precluso, però, per ottenere il massimo, è necessario che tutte le componenti vadano nella stessa direzione ed una di queste componenti è anche il pubblico. Per i ragazzi scendere in campo di fronte ad una massiccia partecipazione di tifosi da sicuramente più stimolo che porta convinzione e forza. E allora il messaggio è chiaro...il resto vien da se.

Comments

 

 

Tra non molti mesi il campo di calcetto di c.da San Giovanni di Patti avrà gli spogliatoi ed il chiosco/bar. La somma per poter realizzare ciò è già stata impegnata, per essere disponibile si attende adesso l'approvazione del bilancio comunale, prevista a fine novembre. Una volta completato, il campo sarà dato in gestione ad un privato tramite bando di gara. Sembrerebbe che  alla gara saranno in tanti a parteciparvi visto che si tratta di una struttura nuova e l'unica in città, bisognerà vedere però come sarà impostato il bando per poter capire chi potrà parteciparvi e con quali possibilità di aggiudicazione. Intanto chi volesse giocare sin da adesso può prenotare il campo al comune, presso l'ufficio turismo di piazza M.Sciacca, versando 50 euro l'ora.

Comments

 

 

La squadra di basket di Patti, impegnata nel campionato di serie B, ha incappato in una pesante sconfitta contro la Palestrina, prima in classifica. Questa sconfitta, alla vigilia, poteva anche essere preventivata, per quello che però si è visto in campo è stata ingiusta nel punteggio. Gli arbitri designati per questa gara hanno fischiato molto a favore degli ospiti e quasi nulla per il Patti incanalando la partita in un'unica direzione, verso la vittoria del Palestrina. In diverse occasioni i due fischietti hanno tempestivamente stoppato i tentativi di ritornare in partita del Patti facendo, naturalmente, scoraggiare psicologicamente i ragazzi pattesi. I mille spettatori presenti al palazzetto si sono parecchio indispettiti, tutti hanno visto un metro di arbitraggio differente in base alle azioni di marca  pattese o di marca romana. Il Palestrina, che avrebbe probabilmente vinto comunque, non aveva assolutamente bisogno di situazioni favorevoli, sarebbe tornata a casa con i due punti e quindi con l'obiettivo raggiunto, mentre il Patti, pur perdendo, ma di metà scarto, poteva ritenersi ugualmente soddisfatto. Per colpa invece di qualcuno, per la squadra in casa non è  andata così. Una brutta pagina sportiva.

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431