I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

Sport

 

 

Tra non molti mesi il campo di calcetto di c.da San Giovanni di Patti avrà gli spogliatoi ed il chiosco/bar. La somma per poter realizzare ciò è già stata impegnata, per essere disponibile si attende adesso l'approvazione del bilancio comunale, prevista a fine novembre. Una volta completato, il campo sarà dato in gestione ad un privato tramite bando di gara. Sembrerebbe che  alla gara saranno in tanti a parteciparvi visto che si tratta di una struttura nuova e l'unica in città, bisognerà vedere però come sarà impostato il bando per poter capire chi potrà parteciparvi e con quali possibilità di aggiudicazione. Intanto chi volesse giocare sin da adesso può prenotare il campo al comune, presso l'ufficio turismo di piazza M.Sciacca, versando 50 euro l'ora.

Comments

 

 

La squadra di basket di Patti, impegnata nel campionato di serie B, ha incappato in una pesante sconfitta contro la Palestrina, prima in classifica. Questa sconfitta, alla vigilia, poteva anche essere preventivata, per quello che però si è visto in campo è stata ingiusta nel punteggio. Gli arbitri designati per questa gara hanno fischiato molto a favore degli ospiti e quasi nulla per il Patti incanalando la partita in un'unica direzione, verso la vittoria del Palestrina. In diverse occasioni i due fischietti hanno tempestivamente stoppato i tentativi di ritornare in partita del Patti facendo, naturalmente, scoraggiare psicologicamente i ragazzi pattesi. I mille spettatori presenti al palazzetto si sono parecchio indispettiti, tutti hanno visto un metro di arbitraggio differente in base alle azioni di marca  pattese o di marca romana. Il Palestrina, che avrebbe probabilmente vinto comunque, non aveva assolutamente bisogno di situazioni favorevoli, sarebbe tornata a casa con i due punti e quindi con l'obiettivo raggiunto, mentre il Patti, pur perdendo, ma di metà scarto, poteva ritenersi ugualmente soddisfatto. Per colpa invece di qualcuno, per la squadra in casa non è  andata così. Una brutta pagina sportiva.

Comments

 

 

 

Arriva la prima vittoria in trasferta per la Lax Assicurazioni Patti che sbanca il PalaMalè battendo 58-70 la Stella Azzurra Viterbo. Un match condotto da Patti per quasi tutto il tempo di gioco, in cui ha scavato il solco decisivo nel secondo quarto, per poi mantenere il vantaggio in maniera ordinata fino alla fine della gara grazie ad una grandissima prova difensiva.
La squadra laziale parte con Rovere, Fowler, Ianuale, Cianci e Listwon. Lo Sport È Cultura risponde con Nino Sidoti, Gullo, Bolletta, Costantino e Cicivè. Viterbo sembra molto carica e con un paio di triple di Fowler costringe al timeout coach Sidoti sul 22-11. Patti reagisce e sul finale di quarto Gullo è protagonista con due tiri liberi e una palla recuperata che frutta altri due punti chiudendo la prima frazione sul 25-19. Lo  Sport È Cultura ha bisogno di una reazione e ci pensa Babilodze con due triple, poi Cicivè e Gullo chiudono il parziale di 11-0 (25-30) che costringe al timeout coach Fanciullo. Viterbo prova a reagire con una tripla di Ianuale ma Patti preme sull’acceleratore e, grazie a un canestro di Busco, chiude il primo tempo sul +10 (32-42). Al rientro Viterbo prova a rosicchiare qualche punto ma Patti chiude l’area in difesa e arriva al massimo vantaggio (+13 con una tripla di Gullo). La squadra laziale non riesce a trovare ritmo in attacco anche se, sul finale della terza frazione, accorcia a -7 (48-55) grazie a due tiri liberi di Fowler. Nell’ultimo quarto qualche problema di falli mette in apprensione coach Sidoti e quando Viterbo arriva a -4 (55-59), Patti non si scompone e reagisce con Costantino e Babilodze, riuscendo a tornare sul +13, parziale che spezza definitavamente le gambe alla Stella Azzurra, chiudendo anzitempo il match. 58-70 il risultato finale.
Una vittoria di squadra, sicuramente non dall’esito scontato come quello zero in classifica della squadra laziale poteva fare presagire. Grande intensità difensiva durante tutto il match, soprattutto nel secondo quarto, e grande concretezza nei momenti clou della gara. I ragazzi hanno dimostrato di leggere bene le situazioni offensive e difensive, lottando su ogni pallone dall’inizio alla fine e rispettando il piano partita. Dopo la prima soddisfazione in trasferta di questo campionato, da domani la squadra sarà già al lavoro per preparare la partita interna contro Palestrina che, in compagnia di Valmontone, con cinque vittorie su altrettante partite non ha ancora sentito il sapore della sconfitta.

Tabellini: 58-70 ( 25-19 / 7-23 / 16-13 / 10-15)

Stella Azzurra Viterbo: Ingrillì, Listwon 8, Ciampaglia, Fowler 24 (6 rimbalzi), Meroi, Rovere 6, Cianci 3, Casanova, Marcante n.e., Ianuale 17 (9 rimbalzi).  All. Fanciullo

Sport È Cultura Patti: Sidoti Ant. 10, Ettaro n.e., Accordino n.e., Sidoti Ale. n.e., Babilodze 19 (5 rimbalzi), Costantino 10, Bolletta 6 (12 rimbalzi), Cicivè 10 (8 rimbalzi), Gullo 17, Busco 4.  All. Pippo Sidoti

Comments

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

La Saracena Volley batte il Cus ed esordisce vincendo

 

La All Work Saracena Volley vince soffrendo nell’esordio stagionale in Serie C contro il Cus Messina. La squadra allenata da mister Mauro Silvestre ha chiuso l’incontro per 2-3 (25-22; 25-22; 15-25; 16-25; 5-15) dopo essere stata sotto due set ed aver offerto una brutta pallavolo senza riuscire ad entrar in partita. 

Sul 2-0 però è arrivata la reazione delle atlete del presidente Luca Leone che sono riuscite ad imporsi vincendo i tre set successivi e chiudendo l’incontro conquistando due punti che, visto l’andamento della gara, sono più che guadagnati, ma rispetto alle attese della vigilia, si portano il rammarico di un punto perso.

L’avvio di gara è stato molto contratto per la Saracena Volley, priva della palleggiatrice titolare Carmen Sergi, infortunata. La regia è stata affidata ad Antonella Magistro che, scesa in campo forse sentendo troppo il peso della responsabilità, ha faticato a trovare il ritmo partita condizionando il gioco di tutta la squadra. Quando, però, ha preso coscienza delle proprie possibilità ed ha iniziato a palleggiare con maggiore tranquillità, nonostante una botta alla mano che l’ha costretta a stringere i denti per restare in campo, la partita ha cambiato decisamente volto e la Saracena è riuscita a recuperare i due set persi in avvio ed imporre il proprio gioco con facilità conquistando una vittoria sofferta, ma fortemente voluta.

La nota positiva della gara è stata sicuramente la reazione dopo un inizio da dimenticare. Quando, infatti, la partita sembrava indirizzata verso il 3-0 è uscita la forza del gruppo che non si è arreso ed ha lottato su ogni palla per conquistare una vittoria che, alla fine, è stata più che meritata.

«Quando si gioca male è importante, comunque, riuscire a vincere – ha commentato mister Mauro Silvestre. Abbiamo ancora molti meccanismi di gioco da sistemare e sono tanti gli aspetti tecnici che dobbiamo allenare. Ci prendiamo questo risultato positivo, ma non posso ritenermi soddisfatto per il gioco espresso in quanto possiamo dare molto di più. E’ stata sicuramente incoraggiante la reazione della squadra sul 2-0 che, non riuscendo a giocare bene, ha messo in campo il cuore ed fatto uscire il carattere. Abbiamo cercato di cambiare anche un po’ il nostro gioco adeguandoci all’andamento della partita riuscendo a vincere e questo è quello che conta. Adesso ci rimetteremo subito al lavoro per preparare il prossimo impegno».

 

Cus Messina – Saracena Volley 2-3 (25-22; 25-22; 15-25; 16-25; 5-15)

Cus Messina: Maisano, D’Arrigo, Raccuia, Giuffrida, Pale, Venuto, Chiofalo, Amena, Alibrandi, Sgambati, Micale, Giglio (l1), Currò (l2). All. Valentina Leandri

Saracena Volley: Reitano, Taviano, Tripi, Magistro A., Foraci Va., Merlo, Lupatelli, Ferraccù, Tumeo, Magistro E., Agnello, Foraci Ve. (l1), Anastasi (l2). All. Mauro Silvestre.

 

 

Comments

 

 

Domenica si va a Viterbo per la 5^giornata del campionato di serie B nazionale di pallacanestro. La squadra laziale, allenata da coach Umberto Fanciullo, è alla ricerca dei primi punti in classifica dopo aver maturato quattro pesanti sconfitte. L’ultima contro il Planet Basket Catanzaro (battuta in casa da Patti alla 2^giornata), aggravata soprattutto dalle assenze di due giocatori importanti comeMarcante e, per la seconda metà di gara, Ianuale. Fino ad ora il Balletti Park Hotel Viterbo ha collezionato numeri non proprio confortanti: peggior attacco del campionato con 57,3 punti segnati e peggior difesa con ben 86 punti subiti a partita e, ovviamente, zero punti in classifica. Il giovane 20enne Luca Fowler è il miglior realizzatore con 14,5 punti di media mentre Listwon il miglior rimbalzista con 4,3 rimbalzi a partita. Patti ha sicuramente dimostrato di poter giocare un’ottima pallacanestro ma è reduce da due sconfitte consecutive (Teramo e Maddaloni) e sicuramente manca di precisione al tiro, purtroppo quasi una costante in queste prime 4 gare di campionato. La squadra di coach Sidoti infatti ha nel tiro da tre punti una delle percentuali più basse del girone C con il 29%, dovuta soprattutto alla mancanza di tiratori ‘puri’ dai 6,75. In questo momento però, la statistica più positiva è sicuramente quella che riguarda la difesa che ha permesso allo Sport è Cultura Patti di subire meno di 70 punti a partita e quindi di sopperire ali errori in attacco (63,3 punti fatti a partita). Uno dei giocatori più interessanti del roster pattese, ma anche di tutto il girone, è Levan Babilodze, classe ’98, guardia/ala proveniente dal settore giovanile dell’Orlandina Basket, con cui abbiamo scambiato due parole.
“Domenica abbiamo una partita importante – ci dice Levan – daremo il nostro meglio in campo per vincere, sono fiducioso e fisicamente sto bene. Sul suo progresso – Devo migliorare un po’ in tutti gli aspetti del gioco ma soprattutto in difesa. Questione di fiducia – In queste ultime due partite ci è mancata solo un po’ di fiducia, dobbiamo credere in noi stessi già da domenica. Infine sul suo futuro ci dice – Voglio fare bene con questa maglia, fare un buon campionato ed acquisire esperienza. In futuro non so che mi aspetta, sicuramente spero di giocare in serie A e in Eurolega.”
Grandi ambizioni per un grande talento. Intanto si riparte da Viterbo per un match fondamentale per il prosieguo delle due squadre in questo campionato in cui nessun risultato è scritto in partenza.

Dario Caranna
Ufficio stampa Sport è Cultura Patti

Comments

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431