I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione.

Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

  

 

 

 

Seconda sconfitta in trasferta per la Lax Assicurazioni Patti che non riesce a superare indenne l’esame del PalaScapriano perdendo 70-60 una partita che si è decisa tra il terzo e l’ultimo quarto di gioco. La squadra di coach Bianchi è stata protagonista di una bella gara giocando sui suoi punti forti: il gioco in transizione, l’aggressività e il tiro da tre punti. Ottima la reazione di Patti che, dopo aver preso le contromisure, è riuscita quasi ad impattare la gara nel terzo quarto, per poi cedere nell’ultima frazione dopo un parziale incolmabile.
Teramo parte con Lagioia, Tessitore, Salamina, Papa e Tomasello. lo Sport È Cultura risponde con Gullo, Babilodze, Bolletta, Costantino e Cicivè. La squadra di coach Sidoti parte bene con uno 0-4, ma la reazione dei padroni di casa non si fa attendere e con un parziale di 11-0 costringe Patti al time out. L’ex Tessitore mette delle triple importanti e Teramo chiude il primo quarto sopra di 10 punti (19-9). Con un parziale di 5-0, Lucarelli porta a +15 la sua squadra ma, grazie a Nino Sidoti e Costantino, Patti rimane in scia e chiude il primo tempo sotto di 10 (37-27). Al rientro in campo, la Lax Assicurazioni Patti è più aggressiva e, con un parziale di 4-13 riesce ad arrivare ad un solo possesso di distanza ma Lagioia, che fino a quel momento aveva 0/6 da 3 punti, mette due triple che ricacciano giù i siciliani e il terzo quarto si chiude sul 56-44. L’inizio dell’ultima frazione comincia ancora con un’altra tripla di Lagioia e un canestro di Tessitore che portano al massimo vantaggio gli abruzzesi(61-44). È un colpo duro da digerire, Patti prova a rialzarsi ma ormai è troppo tardi, troppi sono i punti di distanza fra le due squadre e la partita finisce con il risultato di 70-60.
“Abbiamo fatto una partita simile a quella di Roma – ci dice coach Pippo Sidoti – basse percentuali che non ti permettono di fare quello step importante quando giochi in trasferta e devi portare la vittoria a casa. Siamo partiti subito in salita, per poi migliorare nel corso della gara. C’è un po’ di rammarico per essere arrivati ad un possesso di distanza ma in certi momenti della gara, quando sei in rimonta, bisogna difendere in maniera più aggressiva. Abbiamo costruito dei buoni tiri ma in questo periodo vediamo poco il canestro. Nel terzo quarto abbiamo avuto una buona reazione, ma non basta giocare bene e creare buoni tiri se poi non la metti, dobbiamo migliorare ma sono fiducioso. Domenica arriva Maddalloni che ha fatto faticare anche Palestrina, in questo campionato non ci sono partite facili, sarà una battaglia e speriamo che il nostro pubblico ci dia una mano.”
Archiviata la pratica Teramo, adesso si aspetta domenica. La squadra che sarà ospite alPalaSerranò di Patti alle ore 18.00 sarà il MecSan Maddaloni, ancora in cerca dei primi due punti in questo campionato.

Tabellini: 70-60 ( 19-9 / 18-18 / 19-17 / 14-16)

Teramo Basket 1960: Papa 6, Manente, Gaeta 3, Nolli, Salamina 7, Lucarelli 9, Lagioia 15, Angelini 6 (6 assist), Tomasello 9 (8 rimbalzi), Tessitore 15.  All. Piero Bianchi

Sport È Cultura Patti: Sidoti Ant. 6 (5 assist), Ettaro, Sidoti Ale., Babilodze 4, Costantino 16, Bolletta 14 (10 rimbalzi), Cicivè 14 (9 rimbalzi), Innocenti, Gullo 4, Busco 2.  All. Pippo Sidoti

Dario Caranna


Ufficio stampa Sport È Cultura Patti

Sede e Contatti

  • Via Andrea  Doria, 8 - 98066 Patti Marina, Messina
  • omnianewsit@gmail.com
  • 0941 193 0431